Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



 

Pinerolo Indialogo

Novembre 2012

Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 


  Arte & Architettura


Due edifici storici della città, sede del Porporato

Palazzo Vittone ed 
ex caserma Fenulli

di Michele Francesco Barale


Pinerolo Indialogo - Anno 3 - N.11 - Novembre 2012

 Ogni scuola, in quanto luogo deputato all’istruzione, è sempre fortemente legata all’involucro architettonico che la contiene. Non è un caso, quindi, che una Scuola normale, di primario rilievo nel sistema scolastico sabaudo, collocata a Pinerolo, ricevesse non solo una posizione di riguardo sulla futura piazza d’armi, ma venisse anche progettata da uno dei principali architetti alla corte dei Savoia, Bernardo Vittone.

L’Ospizio dei Catecumeni, noto come "Palazzo Vittone", prima sede del Liceo Porporato poi costituitosi nella sua offerta formativa completa nel 1862, fu iniziato attorno al 1740 come istituto per l’istruzione e la formazione professionale dei Valdesi convertiti al cattolicesimo. Il grande progetto di Vittone prevedeva un ampio edificio sviluppato su due corti interne porticate per poter separare nettamente i due sessi: i servizi che sarebbero stati utilizzati da entrambe le parti furono collocati nella manica centrale, come la cappella al piano terreno con accessi separati per i due sessi e un altare in posizione centrale. Il progetto non venne mai completato: si fermò nel 1743 con la realizzazione del braccio frontale e della manica divisoria frapposta alle corti. L’edificio divenne Collegio regio dopo il 1773, quando venne soppresso l’Ordine dei Gesuiti che gestiva la scuola, e poi dal 1859 sede della Scuola Normale Maschile.

In luogo delle parti non realizzate verranno in seguito realizzati gli altri edifici che diverranno la sede dell’Istituto Magistrale "Rayneri", poi confluito nel Liceo Porporato.

La storia della sede di palazzo Vittone termina nel 2004, quando il progetto realizzato dall’Ufficio Tecnico della Provincia di Torino permette di restaurare l’adiacente ex caserma Fenulli e rifunzionalizzarla come sede del Liceo. La caserma, ben più recente del palazzo vittoniano, venne realizzata tra il 1832 e il 1881 per ospitare la Scuola di Cavalleria di Pinerolo. La Scuola venne chiusa nel 1943, e i locali ad essa destinati furono via via utilizzati con varie funzioni dal Comune, fino all’intervento che la trasformò nell’attuale sede del Liceo. Nel complesso, conta una superficie di 10.000 mq, progettati per poter ospitare quasi un migliaio di studenti. L’intervento conservativo ha mantenuto invariata la distribuzione planimetrica, andando ad implementare lo spazio utilizzabile con la chiusura del portico del piano terra e con la dotazione dell’impiantistica richiesta. L’intervento ha visto anche la partnership del Politecnico di Torino, che si è occupato dello studio dei pannelli fonoassorbenti differenziati a seconda dei locali e della loro integrazione con le varie esigenze impiantistiche (illuminazione e ventilazione).