Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



 

Pinerolo Indialogo

Novembre 2012

Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 


 Sport 


Intervista a Roberto Polliotti
Judo Club Pinerolo

Una palestra dove si pratica il valore educativo del judo

di Andrea Obiso

Pinerolo Indialogo - Anno 3 - N.11 - Novembre 2012

 

  
Le arti marziali sono molto praticate nel pinerolese.

Le palestre sono spesso viste come luoghi in cui poter usufruire di attrezzature per fitness e benessere, ma le palestre sono soprattutto luoghi in cui apprendere una disciplina marziale.

Le arti marziali non necessitano di particolari attrezzature, ma solo dell’utilizzo del nostro corpo, la sua conoscenza e la sua disciplina.

Ne abbiamo parlato con Roberto Polliotti, ufficialmente responsabile tecnico dell’ASD Judo Club Pinerolo, ma fondamentalmente anima e maestro del club.

Quest’anno è il trentesimo della vostra associazione.
Sì, sono passati trent’anni da quando abbiamo cominciato. Eravamo nella palestra di Via Marro, sempre a Pinerolo, ma ora siamo qui in Via Podgora da una dozzina d’anni circa.

Lei è il responsabile tecnico, ma è anche istruttore? Quali sono i maestri nella vostra palestra?
Io insegno oramai da trent’anni, sono quarto Dan di Judo e tengo, sempre qui in palestra, un corso di difesa personale, la quale è molto legata alla disciplina del Judo.

Oltre a me ci sono altri tre maestri, Luigi Pedussia e Christian Gaudino, i quali sono terzo Dan, e Daniele Mainero, secondo Dan. Tutti e tre sono stati miei allievi prima di diventare a loro volta maestri.

Io, Pedussia e Gaudino facciamo inoltre parte della Commissione Tecnica Regionale, la quale si occupa di organizzare attività di Judo in Piemonte e dei corsi per istruttori.

Nella vostra palestra riuscite a far praticare il Judo sia ai bambini che agli adulti?
Abbiamo bambini dai cinque anni in su. I ragazzi e gli adulti li suddividiamo in differenti corsi in base all’età e all’esperienza.

Abbiamo la fortuna di essere quattro maestri e riuscire quindi a riservare ai bambini le attenzioni necessarie.

I vostri iscritti, grandi e piccoli, sono tutti di Pinerolo o provengono anche da paesi vicini?
La maggior parte sono di Pinerolo, anche per motivi di comodità, diversi però vengono da paesi come Bricherasio o Piscina.

Ritiene che questo sia legato all’assenza di palestre che insegnino Judo fuori Pinerolo?
Non saprei, non ci interessano fattori come concorrenza o agonismo al di fuori della stretta pratica del Judo, non so quindi dire quante palestre ci siano di preciso nel pinerolese e come operino.

Gli adulti che decidono di praticare il Judo cercano e vi trovano. Ma per quanto riguarda i bambini, avete qualche iniziativa con le scuole?
Non esattamente, partecipiamo a iniziative come " Porte aperte allo sport ", " Sportivamente Insieme " o " Estate Ragazzi ".

Ma non abbiamo un filo diretto con le scuole, né pubblicità di alcun genere, il passaparola è il nostro unico mezzo di diffusione, come ho già accennato prima siamo una piccola palestra e non ci teniamo ad espanderci.

Non avete quindi aiuti da sponsor o altro?
No, la nostra dimensione ci piace, riusciamo ad insegnare il Judo senza avere problemi legati a elementi estranei che sono dannosi per qualunque sport. Viviamo dei nostri soci e la cosa ci sta più che bene. Il nostro unico interesse, qui, è il Judo.

La frequenza in palestra è aumentata in questi anni?
No. Anzi, è diminuita negli ultimi tempi e purtroppo non siamo ancora riusciti a trovarne la motivazione.

Partecipate a tornei e campionati?
Certamente, partecipiamo a trofei regionali, ma anche a campionati nazionali dove in qualche occasione alcuni dei nostri atleti si sono piazzati terzi.

Ciononostante quello che a noi interessa è la formazione dei giovani, affinché essi possano affrontare la vita in maniera più serena ed equilibrata.

Più che le medaglie e i trofei è il valore educativo del Judo e dello sport in generale che deve essere in primo piano, non va infatti dimenticato che il fondatore del Judo, Jigoro Kano, era professore universitario, un educatore, che vedeva questa disciplina come un modo per migliorare la vita.

Dove e quando è possibile venire a provare il Judo da voi?
Gli allenamenti si tengono in Via Pogdora, all’angolo con via della Repubblica, dal Lunedì al Giovedì tra le 18 e le 22. La durata della singola lezione varia in base a diversi fattori ma si aggira sempre tra l’ora e l’ora e mezza. I bambini in genere fanno una lezione fra le 18 e le 20, mentre gli adulti fra le 20 e le 22.

Poi in realtà siamo flessibili, capita di stare bene insieme e quindi proseguire oltre l’orario previsto.

Grazie e e in bocca al lupo.