Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 




Pinerolo Indialogo

Dicembre 2012


Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 Primo piano 



Cantalupa

"Il luogo dove ululava la lupa..."

di Gabriella Bruzzone
Pinerolo Indialogo - Anno 3 - N.12 - Dicembre 2012

   Poco più di duemila residenti e una vivacità culturale che eguaglia quella di una cittadina di provincia. Cantalupa stupisce sempre più e noi di Pinerolo InDialogo, incuriositi dai progetti, le iniziative, gli eventi, ci siamo domandati quale sia il segreto di questo piccolo comune.

In quattordici anni passati da cantalupese ammetto di aver preso parte a eventi di ogni genere, ai quali mai avevo assistito quando abitavo a Pinerolo e che mai mi sarei aspettata di vedere "fuori città". La prima cosa stupefacente è stato sicuramente sapere che la squadra del Toro soggiornava per diverse settimane nel nostro paesello, per allenarsi, riposarsi e respirare aria buona. Le ragazzine impazzivano davanti all’Hotel Tre Denti per avere un autografo del calciatore preferito, che mostravano poi per giorni alle amiche invidiose.

Altro avvenimento curioso era il cinema. Per un periodo infatti, agli inizi del 2000, la domenica pomeriggio il teatro si trasformava in cinema nel quale si proiettavano gli ultimi film usciti nelle sale. Con tanto di ampia affluenza di pubblico, aggiungerei! Sempre nel 2000 poi fu inaugurata la prima edizione di CantaLibri, manifestazione culturale i cui protagonisti sono – appunto – i libri. Il successo si è fatto sentire sin da subito e in questi tredici anni ci siamo abituati a vedere le vie del paese invase da scrittori, editori, musicisti e teatranti, curiosi e appassionati durante la seconda domenica di settembre.

Straordinaria anche l’attenzione rivolta ai bambini. Oltre all’oratorio il sabato pomeriggio, fino a una decina di anni fa circa, Cantalupa poteva contare su ben due Estate Ragazzi, una gestita dalla parrocchia, l’altra dall’Associazione Franzin. Le cose poi si sono ridimensionate ed è stata creata un’unica Estate Ragazzi, gestito dal comune e dagli animatori dell’oratorio. Ogni anno i partecipanti sono circa un centinaio, cantalupesi ma non solo. Bambini di Pinerolo, Piscina, Torino... Sì, perché Cantalupa è una gettonatissima meta di villeggiatura. C’è chi da Torino, ma anche da Milano, viene a passare le estati nel nostro paesino, rinomato per le case immerse nel verde, l’aria buona e la tranquillità. Pura villeggiatura, insomma.

A proposito di forestieri e di seconde case, c’è da dire che tra l’esigua popolazione, si mimetizzano personaggi noti nel mondo giuridico, sportivo, musicale. Tra questi, Franzo Grande Stevens, presidente della Juventus dal 2003 al 2006, ed Enrico Matta, meglio conosciuto come Ninja dei Subsonica. Ma nonostante il passaggio sporadico di qualche auto blu, Cantalupa rimane tranquilla e molto discreta. L’estate passata poi abbiamo ricevuto la visita della Primavera del Toro, alloggiata alla scuola dello sport, struttura che da diversi anni accoglie squadre agonistiche e dilettantistiche da tutta Italia. Il posto di rilievo riservato allo sport si nota dall’attività svolta dall’Associazione Franzin, con i corsi di basket e danza, dall’ospitalità offerta dal campus dello sport, e dalle gare di scherma e ninjutsu organizzate di tanto in tanto.

Attivissima sul territorio è l’Associazione Centro Culturale Cantalupa che si occupa dell’organizzazione di tutti quei convegni, presentazioni, serate a tema alle quali non sono mancati personaggi di rilievo come Gramellini o Alessandro Barbero. Non dimentichiamo poi il teatro. Il Centro Polivalente Silvia Coassolo ospita ricche stagioni teatrali (quest’anno il calendario è curato da Assemblea Teatro) nonché il festival musicale Rock‘n’ Wolf, realizzato da cinque giovani della zona.

Per non parlare poi dell’editoria. I cantalupesi possono contare su due piccole case editrici, l’Effatà, attiva ormai da quasi diciotto anni, e Le Brumaie Editore, nata nel 2005. Se desiderate pubblicare un libro, avete l’imbarazzo della scelta!

Dopo questa breve presentazione, spontaneamente ci si deve domandare come mai proprio Cantalupa sia diventata culla di iniziative e incontri. Saranno l’aria buona, il clima e la serenità che vi si respirano? O la sensazione di trovarsi sempre in una località di villeggiatura? Di sicuro molto è dovuto alle persone: curiose, instancabili, disponibili. E di sicuro il luogo di per sé ha i suoi vantaggi: facile da raggiungere, protetto dalle colline, proiettato sulla pianura.

Io intanto me ne torno tra le mie colline cantalupesi a godermi questo panorama spettacolare...