Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



Pinerolo Indialogo

Marzo 2012



Home Page :: Indietro
 Editoriale 

Capacità di ideazione

di Antonio Denanni

Pinerolo Indialogo - Anno 3 - N.3 - Marzo 2012

   Il 2 marzo si è svolta la "1a Conferenza per lo sviluppo del Pinerolese" organizzata dal sindaco di Pinerolo Buttiero. La partecipazione è stata ampia. Il taglio, soprattutto politico, è stato incentrato sulla volontà di fare più che sull’ideare.
Lanciamo anche noi di Pinerolo Indialogo qualche idea e suggerimento, un po’ diversi da quelli della conferenza.

1. Innanzitutto vogliamo richiamare la dimensione storica, risalendo nel tempo fino agli Acaja: solo allora Pinerolo, in quanto centro politico del territorio, è stato anche punto di riferimento economico, culturale e commerciale. Dopo vi è stata una progressiva decadenza e marginalizzazione, pure nella seconda metà dell’800 con la forte industrializzazione e la scuola di cavalleria. Non è quindi il modello della "città della cavalleria" che potrà rilanciare il Pinerolese, ma quello degli Acaja.

2. Vogliamo ricordare anche che l’industrializzazione del territorio è avvenuta lungo i percorsi d’acqua, che erano la fonte di energia di queste fabbriche. Forse per incentivare degli insediamenti industriali è necessario innanzitutto pensare a delle fonti di energia rinnovabile a basso costo (eolico, fotovoltaico, idrico, ecc.), considerando che in futuro l’energia sarà sempre più cara per via dell’esaurimento delle riserve di petrolio. La decisione della Danimarca di essere completamente autosufficiente dal punto di vista energetico affrancandosi dal petrolio entro il 2050 potrebbe essere un esempio e un monito!

3. Terzo suggerimento la ricchezza umana del territorio. Sovente si sottolineano le ricchezze paesaggistiche, storiche, culturali, ecc. dimenticando quella umana, soprattutto quella giovanile. Il nostro territorio è ricco di giovani di talento, diversi li abbiamo ascoltati anche noi a "Serate di Laurea". Questi giovani ormai ragionano e progettano in termini globali. Per molti di loro il Pinerolese appare un territorio ristretto per trovare uno sbocco lavorativo: devono puntare sulla grande città, Torino, e da qui verso Milano, Parigi, Bruxelles, Londra... Per tenerli agganciati al territorio c’è bisogno di un collegamento ferroviario rapido con Torino.
A questi giovani bisogna anche dar voce, non solo ascoltandoli, ma dando loro potere decisionale e progettuale, soprattutto di ideazione, memori che tre delle principali iniziative economico/imprenditoriali del XX secolo (Microsoft, Apple e Facebook) sono state realizzate proprio da giovani ventenni. Questi hanno saputo ideare delle cose che altri non hanno saputo fare e soprattutto inventarle quando nessuno pensava fossero necessarie; loro hanno saputo immaginare che lo sarebbero diventate.
È anche su questa capacità di ideazione che bisogna scommettere per rilanciare il territorio.
                                                                              

                                                                              
Sul web http://www.pineroloindialogo.it
Su facebook http://www.facebook.com/indialogo.apinerolo"
La rivista da sfogliare: http://www.issuu.com/pineroloindialogo