Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



 

Pinerolo Indialogo

Maggio 2012

Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 


 Sport 


Sport e natura
Sport è anche una bella passeggiata

di Andrea Obiso

Pinerolo Indialogo - Anno 3 - N.5 - Maggio 2012

 

 Lo sport non è solo disciplina, tenacia, competitività e agonismo.

Sport è anche divertimento, salute, benessere e contatto con la natura che ci circonda.

Nella stagione invernale, quando il tempo e le rigide temperature non permettono di praticare molta attività sportiva all’aperto, ci sono diverse alternative possibili: lo sci, lo snowboard, l’hockey, il pattinaggio, ecc..

Ma con l’arrivo della primavera, in ritardo anche quest’anno, torna la voglia di uscire e assaporare di nuovo il piacere di una corsa, di un giro in bicicletta o anche solo di una passeggiata.

Così come spesso viene consigliato di restare il più possibile a contatto con la natura, altrettanto va fatto per qualunque attività sportiva, di natura ludica o meno.

Di conseguenza sono da apprezzare e da sfruttare le proposte provinciali raccolte da singole realtà pinerolesi come "porte aperte allo sport", mirabile iniziativa atta alla divulgazione delle meno popolari attività sportive.

Altro caso sono le molte iniziative avanzate dai singoli Comuni, come il ripristino di impianti sportivi in disuso da mesi, la creazione di percorsi ciclabili, la mappatura di sentieri nel bosco percorribili a piedi o a cavallo.

A questo proposito Pinerolo ha una tradizione molto importante che a volte viene scordata ma che, per fortuna, in molti casi riaffiora.

La tradizione a cui facciamo riferimento è quella che vede di stanza a Pinerolo il più antico reggimento della Cavalleria Italiana, il "Nizza Cavalleria", nonché uno tra i maneggi coperti più grandi d’Europa, la "Cavallerizza Caprilli".

L’equitazione, oltre che uno sport agonistico diffuso in tutto il mondo, è uno dei modi più suggestivi per relazionarsi in maniera diretta e rispettosa con la natura.

Dimostrazione ne è il legame che si instaura fra gli uomini e questi maestosi animali, il quale resta indelebile nello spirito della maggior parte delle persone che si approcciano a questa disciplina.

Questa importante eredità pinerolese è suffragata da annuali concorsi ippici nazionali e internazionali e dal notevole numero di appassionati di ippica presenti nel pinerolese.

Va inoltre notato che nella nostra zona sono presenti diversi maneggi e che alcuni Comuni hanno deciso di creare percorsi ippici nella parte boschiva del loro territorio, un esempio è senz’altro il Comune di Roletto.

In questo ambito è importante ricordare le Scuole di Cavalleria, le quali si impegnano affinché questa nobile disciplina continui ad essere una realtà presente e attiva nel nostro territorio.

L’ampio mondo delle persone che amano il contatto con la natura, al contrario di quanto si possa pensare, scopre novità e trae linfa vitale soprattutto dall’esperienza diretta del singolo e non solo dalle iniziative lanciate dalla collettività.

I percorsi lungo i fiumi che scendono dalle valli sono bellissimi, e sono anche un esempio lampante di come posti che si credono noti possano riservare piacevoli sorprese se si ha la capacità di guardare con un occhio differente.

Lo stretto legame che intercorre tra sport e benessere, quindi, non passa solamente dalla banale premessa che con la primavera si ha più voglia di uscire, ma anche dalla duttilità che dobbiamo dimostrare nel rinnovare, ampliare e approfondire il rapporto con il nostro corpo, con la natura da cui è stato generato e con i limiti che essa ci ha imposto.

Mai chiari, mai definitivi, ma sempre migliorabili.