Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



Pinerolo Indialogo

Giugno 2012


Dialogo tra generazioni


Home Page :: Indietro
 Riflessioni politiche "young" 


Flop! - La 2a Conferenza per lo Sviluppo del Pinerolese

Buona la capacità di mobilitare le persone (150), ma 
totalmente insufficiente quella di analisi e di produzione di idee

 

di Emanuele Sacchetto

 

Pinerolo Indialogo - Anno 3 - N.6 - Giugno 2012

  Questa volta per l’incontro più atteso da tutti gli amministratori delle due valli è stato scelto un posto diverso, senz’altro nuovo e accogliente, ma certo non una delle tante strutture pubbliche altrettanto belle e accoglienti del Comune: il Palared.

Ma in fondo il connubio Privato-Pubblico è stato più volte esaltato dal Sindaco, dunque perché mai dare notorietà e utilizzare una struttura come il Teatro Sociale? In fondo, a tenere il palco sareste molto bravi. Vorremmo sottolineare però, in onore dei nostri attenti lettori-amministratori, che il Palared e lo squisito banchetto sono stati offerti (il secondo in particolare dai ragazzi del CFIQ). Dunque sia chiaro e non ci criticate: non siamo spendaccioni!

Ma vede signor Sindaco e in particolare Assessore Agliodo, questa volta a stupire non sono più state queste faccende materiali, (in)giustamente criticabili. A lasciare perplessi noi delle ultime file sono state le vostre parole. Mi ha fatto cadere le braccia il suo intervento, Sindaco! Di nuovo un lungo, noioso elenco di tutte le belle cose che Pinerolo ha: una buona produzione agricola locale, un buon commercio, un comparto sanitario, un tribunale (si spera), un patrimonio boschivo, Casa Canada, turismo, un clima perfetto, il Cavallo (!!!), e naturalmente, indispensabili, le forze dell’ordine!

Ecco signor Sindaco, le muovo una critica amichevole e disinteressata: ha messo tanto imbarazzo la sua sdolcinata presentazione del Generale La Vacca. Come l’ospite Vip della giornata è stato prima atteso con ansia, poi ringraziato per la sua "splendida persona" e finalmente invitato a salire sul palco per sentire la sua voce. Sia chiaro, chi scrive non è un sovversivo dell’ordine pubblico, rispetto la legge e la studio, ma questo, Sindaco, è troppo!

Questa abitudine tutta italiana di esaltare, encomiare non porta a nulla e soprattutto ai fini della Conferenza non serviva a nulla!

Prima dell’inizio dell’incontro il suo Assessore Agliodo ha risposto alla mia perplessità su ciò che sarebbe stato detto a questo incontro (una inutile ripetizione della scorsa volta?) con una alzata di spalle, "sarà inevitabile". "Sarà inevitabile?". Volete forse dire ai vostri cittadini che tutti quei dirigenti pubblici, Assessori, Forze dell’ordine hanno perso una giornata del loro prezioso lavoro per seguire le moine del Sindaco ai suoi due o tre invitati prediletti?! Era inevitabile.
Nell’Italia istituzionalmente degradata di oggi tanto criticata dal Sindaco queste cose sono sempre doverose e inevitabili. Sindaco, il terremoto è inevitabile, seppur contrastabile, non certo lo spreco di tempo per una conferenza!

Ma atteniamoci alla cronaca dei pochi fatti accaduti. A breve sarà istituito il Tavolo Tecnico formato da tre gruppi di lavoro: 1 Imprenditoria e credito; 2 Turismo e cultura; 3 Gruppo di professionisti per cambiare la città. Questo sarà attivo da Luglio e rinunciando alle vacanze andrà avanti con un lavoro ininterrotto fino al prossimo anno, portando a compimento due o tre progetti concreti per il territorio. Buttiero auspica inoltre la nascita di una Banca del Credito Cooperativo sul pinerolese, a sostegno delle imprese. E poi, a sala ormai mezza vuota (e le ribadisco Sindaco che la gente mormorava durante il suo discorso, le consiglio di rivedere la retorica!) sono arrivati alcuni interventi, anche spontanei, dai presenti. Da questi sono emersi ringraziamenti per l’interesse al settore rappresentato, ma anche critiche e idee concrete. In particolare l’Architetto Arione ha proposto un bando per raccogliere idee per la ricollocazione dell’ex maneggio Caprilli. Nastasi Rocco di Coesa ha puntato molto sulle iniziative sociali, essendo necessaria la considerazione al settore del sociale per la ripresa dell’economia. Un flop rispetto all’altra volta. L’aspettativa di tutti frustrata, ora attendiamo qualche risultato dal tavolo tecnico, altrimenti per noi questa Amministrazione è bocciata a poco più di un anno dal suo inizio!
Buon lavoro Sindaco!