Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 


 

Pinerolo Indialogo  Luglio 2012

Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 

 Officine del suono 


Musica emergente

DotVibes, il reggae made in Pinerolo


di Demis Pascal

Pinerolo Indialogo - Anno 3 - N.7 - Luglio 2012

 

   I viali di "Piazza d’armi" sono un luogo strano per un’intervista musicale ma è il luogo dove più spesso incontro Gianluca, grazie alla passione per il running che condividiamo. E così anche se il pur cocente caldo pinerolese non è quello giamaicano iniziamo a parlare un po’ di reggae e affini.

Eccoci, parlami di come è nata la band e di cosa vi ha uniti...
I DotVibes sono nati nel 2005, hanno iniziato a suonare per piacere, per riascoltare e rielaborare i brani che più ci piacevano, senza lo scopo di portarli su un palco o necessariamente registrare un disco. Ma la passione per la musica e i bei risultati conseguiti hanno spinto il primo nucleo formato da Mina Estel Teo, che ora non è più con noi, e Jack a richiamare altri componenti tra cui me (Salo) e Boiler che siamo entrambi Pinerolesi, realizzando una formazione affiatata ed eterogenea nelle influenze, pronta a sperimentare un nuovo modo di concepire il reggae.

La particolarità del sound dei DotVibes risiede proprio nel tipo di contaminazioni che aggregano al reggae. Grazie ai molteplici ascolti ed alle singole esperienze di ognuno il suono prende sfumature molto particolari, avvicinandosi a volte al pop, a volte all’elettronica, a volte al Soul e all’R&B, senza mai snaturarsi, e conservando una sua compattezza ed una coerenza di sound.

Perchè l’amore per il reggae? Anche se a Pinerolo non è una cosa così rara...
Sì esatto! Chiaramente sia io che Boiler, ma anche il resto della band siamo stati influenzati soprattutto nei primi anni di musica dal reggae pinerolese degli AFRICA UNITE, penso che quello che hanno fatto loro in Italia con il loro reggae non abbia eguali, loro hanno scritto pagine importanti all’interno della musica italiana.

A giorni esce il vostro nuovo singolo. Come è nato?
Esatto, il 27 giugno uscirà il singolo ed il videoclip "Now think about it".

Dopo l’ultima release del febbraio 2011 ed il lungo tour, i Dotvibes torneranno con un nuovo singolo a testimonianza della continua evoluzione musicale.

"Now think about it" è il titolo del brano e del relativo video clip diretto da Giuseppe Moreto (già regista per Subsonica). E’ un’esortazione, e ci racconta molto semplicemente un desiderio, quello di poter condividere la nostra rabbia nei confronti di questo mondo con gli altri, abbandonando la frequente idea di non essere abbastanza forti per poter cambiare le cose. La condivisione è la via scelta dai DotVibes, nella vita come nella musica. Il vocal accattivante, che si snoda sulla melodia magnetica di synth e la potente ritmica, decisamente incalzante, ci ricordano che è possibile riflettere, condividere e ragionare senza per forza rinunciare al piacere del buon groove !

Come vi muoverete dopo l’uscita discografica?
Per quest’estate saremo in giro a portare il "Looking forward tour" per l’Italia e molto probabilmente anche con qualche sortita in Europa, poi fra una data e l’altra non ti nascondo che stiamo già iniziando a registrare altro materiale inedito per il futuro disco che verrà...

Si conclude qui la chiacchierata su un’altra interessantissima realtà musicale, che conferma il pinerolese come terreno fertile per la musica di qualunque estrazione e in continuo fermento.

Nell’attesa di altre date sul nostro territorio potremo gustarci il reggae dei DotVibes l’8 luglio al festival Colonia Sonora di Collegno.

Quindi orecchie tese e un occhio su dotvibes.it per le prossime date del tour.