Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 




Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 Arte&Spettacolo 

Per resistere ai tagli alla cultura

Portare più gente nei teatri pinerolesi

di Maurizio Allasia

Pinerolo Indialogo - Anno 1 - N.1 - ottobre 2010

    Basta. È il perentorio ordine di chiusura dell’ETI, l’Ente Teatrale Italiano, "ente inutile" in una lista casuale di associazioni da tagliare nell’ultima manovra finanziaria del governo. Basta. È il grido che da parte del mondo della cultura e dello spettacolo continua a levarsi nei teatri, nelle strade, nelle piazze contro una politica che "suicida la Cultura", per dirla con Emma Dante.
   Gli indizi sono chiari, non sarà una stagione facile per il teatro italiano e la soppressione di un’istituzione importante come l’ETI che, nonostante tutti i vizi strutturali, promuove e diffonde iniziative culturali d’eccellenza che spesso non troverebbero spazi per esprimersi, va in una direzione preoccupante.


Chissà che non ne risenta anche la nuova stagione del Teatro Sociale di Pinerolo: ancora non trapela nessuna anticipazione, ma l’attesa è tanta. Dalla sua "rinascita dalle ceneri" nel 2008 è andata sempre migliorando l’offerta culturale della programmazione, portando a Pinerolo prime nazionali e attori di spicco. Il pubblico, sicuramente felice di avere a Pinerolo un centro teatrale di primo piano, ha risposto sempre molto bene, con molti "tutto esaurito" nel corso delle precedenti stagioni.
   Qualche certezza in più invece pare giungere da alcune compagnie teatrali del Pinerolese, con differenti livelli di esperienza, di popolarità e di offerta teatrale.
   Il Gruppo Teatro Angrogna di Jean-Louis Sappé, sulle scene dal 1972 in tutta Italia, in Europa, in America Latina e negli Stati Uniti, dopo il tour estivo in Danimarca con Li Valdes, porterà in scena ad ottobre "I Vanzetti", in prova aperta a Rorà il 2 ottobre, in Cadore l’8 e il 9, a Moncalvo d’Asti il 23 e infine a Cumiana il 30. Nel frattempo il GTA sta lavorando alla stesura di due nuovi spettacoli: "L’Altrastoria - storia d’ Italia attraverso il canto popolare" ( che debutterà nel settembre 2011 ) e "Mai dire mai", "una riflessione sulla democrazia in questo nostro paese sempre più a rischio di totalitarismo, benché mascherato", ci dice Jean-Louis.
   L’
Allegra Compagnia Mr. Brown, nata nel 2006 da un’idea di Fabio Scudellaro, sta portando in tournée la commedia "Baciami", liberamente tratta dalla pièce "È colpa mia se piaccio alle donne?" di Salvo Sottile, spettacolo vincitore della selezione regionale UILT Piemonte per il cartellone "Teatro delle Regioni" del Teatro Cristallo di Bolzano 2011. L’Allegra Compagnia sarà il 30 ottobre a Fubine, in provincia di Alessandria, il 13 novembre a Cumiana e il 20 novembre a Volvera.
   C’è solo un modo per resistere ai tagli alla cultura: portare più gente possibile a teatro e farla divertire, piangere, emozionare. Ma soprattutto farla pensare.