Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 




Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 Primo piano 

Pinerolo

300 multe per parcheggio 
abusivo negli spazi per disabili

di Giulia Antonucci

Pinerolo Indialogo - Anno 1 - N.2 - Novembre 2010

   Sul nostro territorio è presente un asfalto sempre più multicolore: strisce rosa per le donne incinte, strisce bianche, zone blu per tutti a pagamento. E poi c’è il giallo, ad indicare il diritto esclusivo della persona disabile a parcheggiare su quel preciso stallo di sosta per consentire all’utente con difficoltà una discesa più agevole e sicura dalla vettura.

Nel caso di questi parcheggi riservati, capita sempre più sovente però di vedere persone, che godono della fortuna di non dover convivere quotidianamente con un handicap, che parcheggiano con disinvoltura, "senza accorgersi" (che sbadati!) di quelle strisce gialle e di quel simbolo impresso sull’asfalto, specialmente nei giorni di mercato in Piazza Fontana.

Cosa succede se, giunta in un’area di sosta, la persona con handicap trova il parcheggio già occupato? Abbiamo girato questa ed altre domanda alla Dott. Ermenegilda Aloi, comandante dei Vigili di Pinerolo.

Negli ultimi anni qual’è stata la percentuale di multe relative al parcheggio per disabili da parte di persone senza handicap?
Sono state effettuate circa trecento sanzioni per questo caso.

Ci sono delle contestazioni da parte delle persone disabili?
Non sono frequenti, ogni tanto qualcuno telefona al mio ufficio e rivela che una macchina senza autorizzazione è parcheggiata nel posto riservato e noi interveniamo

A quanto ammonta la multa per chi parcheggia senza autorizzazione nel parcheggio riservato ai disabili?
La multa è di 77 euro, vi è poi la detrazione di 2 punti dalla patente e la rimozione del mezzo.

Quali sono le agevolazioni di cui godono le persone diversamente abili, in tema di parcheggi?
Possono parcheggiare nella zona disco senza mettere il disco orario, anche nelle zone a traffico limitato e possono sostare gratuitamente nelle aree blu se lo spazio giallo è occupato.

Quali sono le norme per il rilascio e l’utilizzo del contrassegno per le persone disabili?
La prassi prevede la compilazione dell’apposita domanda, allegata alla certificazione da parte della medicina legale che attesti le capacità deambulatorie ridotte. Successivamente viene consegnato il contrassegno giallo, in cui sono riportati il nome della persona ed il numero di identificazione.
Il contrassegno deve essere rinnovato ogni 5 anni se la situazione di salute è permanente; Nel caso in cui l’incapacità di deambulazione è temporanea la durata del contrassegno è stabilita dal medico.

Ogni quanto avvengono i controlli?
Tutti i giorni, più volte al giorno; dipende dal numero del personale disponibile.

Avvengono dei casi in cui delle persone guidino un’automobile con il contrassegno senza avere alcun handicap?
Nel caso in cui vi sia un congiunto che guidi l’auto del disabile e la parcheggi nella sosta riservata, è legittimo.
Se invece l’auto è di proprietà di un disabile (per cui è presente il contrassegno) e viene guidata da una persona senza handicap, egli dovrà parcheggiare nelle aree bianche o blu: altrimenti, si applica la sanzione.