Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



Pinerolo Indialogo

Dicembre 2011


Dialogo tra generazioni


Home Page :: Indietro
 Riflessioni politiche "young" 

Intervista all'Assessore 
all'Istruzione, Sport e Sevizi Sociali  Tiziana Alchera


"Sport per tutti e sostegno alla scuola pubblica"

 

 

di Emanuele Sacchetto

 

Pinerolo Indialogo - Anno 2 - N.12 - Dicembre 2011

Lei che ormai è una presenza veterana in Giunta, quali progetti ha portato e continuerà a portare avanti nel suo settore anche sotto questa Amministrazione?
Senza dubbio la gestione comunale del Polo Olimpico: l’obiettivo, già raggiunto dalla passata amministrazione, sarà mantenuto e migliorato. Inoltre manterremo il progetto Sport per Tutti, per lo sviluppo dello sport para-olimpico (il palaghiaccio è stato a questo scopo attrezzato di balaustre para-olimpiche) e per l’inserimento di minori in stato di difficoltà sociali nello sport. E poi ancora il sostegno alla scuola pubblica e al servizio pubblico in genere.

Molte sono le Associazioni di volontariato nella nostra città: qual è il rapporto di coordinamento e collaborazione tra queste ed il Comune?
Innanzitutto manterremo il percorso del Tavolo del Volontariato, avviato dal mio predecessore Giorgio Canal, con un monitoraggio dell’esistente, puntando a fare rete e sussidiarietà. La posizione del Comune è comunque quella di garantire la libera iniziativa delle associazioni con un necessario coordinamento di esse per la loro valorizzazione.

Un punto su cui si è molto lavorato in questi anni è la mensa nelle scuole: quali sono i costi, le iniziative ed eventuali lamentele di questo servizio?
Il nostro sistema di mense scolastiche funziona avvalendosi di una serie di cucine in alcuni istituti e coi pasti veicolati nelle scuole che ne sono sprovviste. Le aziende che ci forniscono gli alimenti ci garantiscono, su nostra richiesta, un’ottima percentuale di cibi biologici a km0.

Per migliorare il servizio è stato disposto nelle mense un sistema informatico con il quale i bambini possono esprimere il gradimento sugli alimenti consumati. Esiste inoltre una Commissione mensa, composta anche di genitori, con la quale si sta avviando un progetto di formazione sul "mangiar sano". I membri e i genitori possono visitare le mense e le ditte appaltatrici a garanzia di un miglior servizio. Tutto questo sistema ha un costo elevato, che grava per più del 50% sull’Amministrazione, ma si rende necessario per mantenere forte un servizio sociale a sostegno di tutti.

In questo periodo si discute della ridefinizione dei plessi scolastici con la conseguente riorganizzazione della struttura didattica: qual è la posizione del Comune e quali le iniziative che può intraprendere?
Bisogna subito precisare che la previsione della riorganizzazione scolastica entro un triennio è stabilita da una norma statale, alla quale ne è seguita una della Regione Piemonte. Tuttavia è stato presentato un ricorso per difetto di competenza dello Stato ad intervenire nella materia di Assistenza Scolastica, competenza secondo la nostra Costituzione esclusiva delle regioni. Dunque in attesa della pronuncia in merito, avvieremo un percorso di Assemblee cittadine e all’interno delle scuole (compreso il personale ATA e il settore amministrativo, quelli più a rischio con questa disposizione) per raccogliere opinioni e lavorare per la costruzione di Istituti Comprensivi veri nei prossimi anni.

Sempre più sentita è la necessità per le nuove generazioni di un’educazione, oltre che accademica, anche ambientale e civica, che insegni loro a vivere da cittadini coscienti la propria città in modo pulito. Quali iniziative in merito?
Senza dubbio verrà potenziato il servizio di Bikesharing e Pedibus (su richieste spontanee), in collaborazione dell’iniziativa "Città per camminare". E’ stato inoltre acquistato uno scuolabus ecologico. Per quanto riguarda l’educazione civica è stato istituito un Consiglio Comunale dei Ragazzi, per avvicinare i giovani alla vita civica della città.

In merito allo Sport quali iniziative per la sua incentivazione?
Lavoreremo per sviluppare l’idea di benessere sociale attraverso la promozione di attività sportive, grazie al supporto di iniziative come Moviambiente (passeggiate ecologiche per la città) e Sportivamente insieme, per garantire lo sport per tutti, con tariffe modiche. E poi naturalmente l’iniziativa di Porte Aperte allo Sport che è momento di incontro e promozione di tutti gli sport presenti sul territorio.

Infine una domanda sui giovani: quale ruolo ha il Comune a sostegno delle iniziative per loro e quali i punti su cui puntare nel futuro?
Le funzioni comunali in questo settore sono per lo più di coordinamento, mentre gli aspetti gestionali spettano ai Consorzi. Il Comune sosterrà comunque la libera iniziativa delle associazioni di giovani, garantendo grande spazio alle proposte dell’intercultura (biblioteca, scuole,…)