Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 




Home Page :: Indietro

 Eventi 

Pinerolese

Vacanze e voglia di neve

Tante curiosità, tradizioni ed originalità nelle valli


di Giulia Antonucci

Pinerolo Indialogo - Anno 2 - N.1 - Gennaio 2011

Vacanze: la neve cambia look. La parole d’ordine a dicembre è "vacanza"! L’autunno è stato difficile e faticoso, e la necessità di una sosta di riposo si fa sentire. E i pinerolesi, non a caso, desiderano in particolare trovare sotto l’albero proprio un bel viaggio. Ma anche per chi resta a casa e ha deciso di trascorrere qualche giorno in montagna le nostre valli offrono delle opportunità un po’ fuori dal comune.

Dall’8 dicembre, con le nevicate abbondanti in anticipo rispetto al solito, sono tutte aperte le piste in tutti i comprensori sciistici, per la grande gioia dei villeggianti e dei residenti. Pragelato, Sestriere, Prali, Bardonecchia, Cesana, Sauze d’Oulx... per fare alcuni nomi, hanno messo in cantiere tante attività per accogliere i turisti, da quelle primarie di svago sulla neve a quelle culturali, culinarie e artistiche.

In Val Troncea per chi ama camminare nella neve con le racchette e immergersi nella natura sono state organizzate delle ciaspolate. È stato attrezzato un "Sentiero delle ciaspole" con escursione giornaliera nel parco (prenotazione obbligatoria fino al 4 gennaio) e pranzo in rifugio.

Naturalmente a Pragelato sci e neve vogliono dire soprattutto la pista di fondo olimpica immersa nella "natura incontaminata... nella bellezza del Parco Naturale della Val Troncea" come recita il sito del comune. "La pista si snoda lungo il fondovalle, offrendo la possibilità di vivere a fondo la montagna. Gli appassionati di sci di fondo possono scegliere tra sette percorsi che, con diversi chilometraggi, si inoltrano in paesaggi di toccante bellezza, alcuni dei quali all’interno del Parco".

Per lo sci da discesa ovviamente la parte da leone la fa Sestriere con le sue piste inserite insieme a quelle di altri sei comuni nel comprensorio della Via Lattea (72 impianti di risalita e 211 piste, per una lunghezza complessiva di 400 km) che permettono agli appassionati di sci di praticare fino allo sfinimento il loro sport preferito. Al punto di partecipare a gare impegnative o amatoriali.

Per i principianti o per chi vuole perfezionarsi, in tutte le località ci sono corsi di sci, di pattinaggio, di hockey su ghiaccio, snowboard, curling, ecc. Per chi ha più ardimento vi sono le proposte per gite sci-alpinistiche, con le racchette da neve e arrampicate su ghiaccio da parte delle guide alpine (Bardonecchia).

Montagna non vuol dire solo immergersi nella neve con gli sci ai piedi, ma anche riposo, relax (con i centri di massaggio, sauna e svago), cultura, musica, poesia, letteratura... Tutti i luoghi di villeggiatura hanno dei pacchetti differenziati di attività per soddisfare le esigenze differenti dei turisti. Anche in questo campo la parte da leone la fa Sestriere con la "Cultura ad alta quota" presso Casa Olimpia, dove scrittori, poeti, musicisti presentano le loro opere

A Pragelato, tra gli altri, si è assistito alla conferenza del metereologo Luca Mercalli, su "Bilancio climatico 2010 e prospettive per il 2011" e alla presentazione del libro del guardaparco Bruno Usseglio "Notizie storiche sull’Alta Val Chisone".

Di concerti ed esibizioni musicali ce ne sono state ad iosa. A Sauze d’Oulx al teatro d’Ou (29/12) si è esibita la band Mega Sihombing. Vi sono state anche suonate d’organo. A Claviere musica dal vivo coi Silver Tongues presso la scuola di Sci ed esibizioni di sci e free style.

Altri eventi ci saranno. Da lunedì 18 a sabato 23 gennaio le discipline paralimpiche invernali torneranno ad essere protagoniste sulle piste di Sestriere, in occasione delle gare della Coppa del Mondo di Sci Alpino per Disabili.

Dal 20 al 27 marzo 2011 si festeggerà l’evento "SnowPress White Week!" per festeggiare i 25 anni di snowboard a Bardonecchia, proprio sulle piste e lo snowpark che hanno ospitato i giochi olimpici di Torino 2006.

Ha debuttato anche "Sestriere by night", il servizio bus navetta serale gratuito che collega le principali stazioni turistiche del comprensorio della Via Lattea. Due linee, una verso la Val Susa e l’altra verso la Val Chisone, fino alle cinque del mattino, per consentire un ritorno sicuro anche per i nottambuli delle discoteche.

Naturalmente il top del soggiorno in montagna lo si raggiunge la notte di Capodanno con le fiaccolate dei maestri di sci sulla neve a mezzanotte. Anche qui la più nota è quella di Sestriere, che ha dato il via a questa tradizione nel 1932. All’evento di quest’anno hanno partecipato 250 maestri degli sci club Sestriere, mantenendo ancora una volta il primato nazionale.