Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 




Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 Politica in Pinerolo

L'agenda dei lavori 2011

Le ultime opere prima del voto

di Emanuele Sacchetto

Pinerolo Indialogo - Anno 2 - N.1 - Gennaio 2011

   Mentre all’interno del partito che è alla guida dell’amministrazione della città brigano per il prossimo candidato a sindaco, gli attuali amministratori hanno messo in campo le ultime forze. Gli otto punti programmatici di fine mandato esposti nel Consiglio Comunale di ottobre rimangono l’orientamento di fondo, ma in concreto si punta a realizzare alcune attività edilizie in sospeso da tempo.

Al primo posto vi è la realizzazione della caserma dei carabinieri, il cui progetto però ancora fatica a partire per via della trafila burocratica da superare.

Vi è poi la Scuola di cavalleria, che con l’ultimo investimento da quattro milioni verrà completata nelle strutture, ma rimane da definire tutto il progetto della gestione e dell’utenza.

Prenderà il via anche il piano di ristrutturazione di Palazzo Vittone, che con la messa in opera delle strutture in base alle norme di sicurezza, lo metteranno in regola per ospitare i musei civici cittadini.

Sempre in ambito culturale dovrebbero iniziare a breve i lavori di restauro conservativo della cappella di S. Lucia, con rifacimento del tetto, degli infissi e di parte delle superfici decorate fino ad un importo di c.a 100 mila euro.

Per la gioia delle società sportive verrà rifatta anche la pista di atletica e delle altre specialità di settore del campo F. Martin, con sostituzione di tappetino, cordoli e piste di gara fino ad un importo di c. 250 mila euro.

Più nell’ottica dei desiderata la sistemazione dell’area dell’ex merlettificio Türck, dove si intrecciano problemi di accordo tra i diversi proprietari, rilascio di parere della Soprintendenza ai beni culturali, pressione dei gruppi ambientalisti cittadini e più in generale una visione urbanistica di tutta l’area.

Nel 2011 dovrebbero incominciare anche i lavori per sostituire il vecchio ponte militare che da via Castelfidardo porta al quartiere Tabona.