Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 




Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 Officine del suono 

Gruppi emergenti oltre il Pinerolese

Gli Infranti Muri

di Mario Rivoiro
Blind Luck Records

Pinerolo Informa - Anno 2 - N.2 - Febbraio 2011

 
Questa volta vi parlo di una realtà musicale astigiana, zona di buon cibo, buon vino e anche di buona musica.
Loro si chiamano Infranti Muri e quando li sento per intervistarli sono in studio di registrazione per terminare il loro nuovo lavoro, ma soprattutto per prepararsi alla finale di domenica con altri otto artisti in gara per San Remo giovani.
Quando nasce il vostro gruppo e chi sono i componenti?
Gli Infranti Muri nascono nell’agosto del 2009 e sono formati da Claudio Luisi (voce e chitarra), Francesco Damonte (batteria), Giacomo Langella (chitarra) e Lee Boyes (Basso). Iniziano a comporre brani di stampo post-grunge. Molto presto decidono, pero’, di dare una svolta alla propria musica fondendo rock con innesti elettronici trance e techno.
Come si chiama il vostro disco e dove lo possiamo trovare?
Il nostro album è nella fase di lavorazione finale; crediamo che l’uscita sarà a breve. Purtroppo non possiamo ancora anticiparvi nulla sul titolo
A proposito di San Remo la tensione è alta?
No, noi siamo sereni e tranquilli... Qualsiasi sia il risultato continueremo il nostro lavoro.

Cosa significa per voi essere arrivati sino alle finali per San Remo giovani? Ci sono in voi momenti di incredulità e di scazzi dovuti al raggiungimento di questa meta?
Sanremo è per noi un incoraggiamento, segno che la nostra musica è apprezzata... Ci sono momenti in cui ci rendiamo conto che siamo all’interno della selezione per il festival più importante d’Italia, ma questo non può darci altro che una carica in più ad andare avanti.
Qual è la vostra etichetta discografica e come è nata la collaborazione?
È la Bliss Corporation di Torino. La collaborazione è nata dopo l’ascolto di un demo. Massimo Gabutti ha ritenuto i brani interessanti e così, affiancati dal nostro produttore artistico Gianfranco Randone, cantante degli Eiffel 65, abbiamo iniziato la registrazione di un album vero e proprio.
Avete in previsione un tour primaverile o estivo?
Sicuramente all’uscita dell’album programmeremo una serie di date, ma al momento non c’è ancora nulla di definito.
Quali sono i progetti futuri, San Remo a parte?
Ammazzarsi di concerti! Dopo un lungo periodo di registrazione in studio non vediamo l’ora di salire su un palco e scoprire anche in live il potenziale dei pezzi.
Bene, ringrazio gli Infranti Muri per questa breve intervista da Roma visto che sono a prepararsi per Domenica in e speriamo di vederli scendere dall’emozionante scala dell’Ariston di San Remo.