Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 




Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 Serate 

Serate di Laurea
con Martina Roggero e Marianna Bertolino

Psicologia e Antropologia culturale

di Ruchika Tosel

Pinerolo Indialogo - Anno 2 - N.4 - Aprile 2011

 Venerdì 25 marzo vi è stata un’altra "Serata di Laurea", dedicata questa volta a Martina Roggero e a Marianna Bertolino, laureate entrambe in discipline umanistiche, rispettivamente in Scienze e tecniche psicologiche e in Antropologia Culturale presso l’Università degli studi di Torino.

Inizia Martina che si è autopresentata. Ha frequentato il Liceo Scientifico "Marie Curie" di Pinerolo e ha conseguito la laurea in Scienze tecniche e psicologiche presso la Facoltà di Psicologia di Torino con una tesi dal titolo: "Il legame fraterno: un’indagine esplorativa attraverso il "Adult sibling relationship questionnaire". La sua tesi riguarda il legame fraterno ed in particolare la relazione tra fratelli nell’età adulta; fa riferimento agli studi compiuti nel primo ‘900 dallo psicologo austriaco Alfred Adler, anche se lo slancio, sotto questo aspetto, è avvenuto solo negli anni ‘80-’90.


Marianna Bertolino e Martina Roggero

Martina nel suo lavoro ha preparato un questionario molto dettagliato rivolto a venti persone, dieci gemelli e dieci fratelli, con domande riguardanti il calore affettivo, la conflittualità e la rivalità... Ne è risultato che il rapporto fraterno è unico e complesso e dura per tutta la vita. Che i gemelli hanno un forte appoggio emotivo rispetto ai non-gemelli e che tra fratelli il primogenito, quando nasce il secondo figlio, subisce una detronizzazione.

Dopo i giusti applausi relativi al suo intervento Carlo Guassone, giovane chansonnier, le ha dedicato accompagnandosi con la chitarra una delle sue canzoni, ottenendo molto successo di pubblico.

E’ stato quindi il turno di Marianna Bertolino, presentata dal professor Diego Priolo che si è complimentato con lei per la laurea brillantemente conseguita e per l’analisi accurata della sua tesi, svolta in modo concreto e pragmatico.

Marianna nella sua tesi "Museo-grafare le culture locali. Un caso di studio: la sezione del legno del Museo Etnografico di Pinerolo", si è dedicata al rapporto tra l’uomo e il legno, con particolare riferimento al Museo "Arti e tradizioni popolari" di Pinerolo.

L’antropologia culturale, come studio delle culture umane, nasce a fine ‘800, mentre l’antropologia museale è un fenomeno molto recente che riguarda i processi sociali e trasforma l’oggetto in una testimonianza di vita, attraverso la ricostruzione del suo uso. Mariamia per realizzare la sua tesi ha lavorato presso il Museo Etnografico di Pinerolo svolgendo una catalogazione dell’esistente ed ha condotto anche un’inchiesta tra gli artigiani del legno della Val Chisone.

Si è pure occupata dell’aspetto iconografìco delle lavorazioni lignee nella valle esaminando presso il centro di documentazione del mobile di Pinasca vari simboli ed incisioni, come quelli sulle cassapanche che erano uno degli oggetti di arredamento dati in dote e trasmessi di generazione in generazione.

Pure per lei una dedica con un canto sulla libertà di Carlo Guassone e poi il dibattito con il coinvolgimento del pubblico, con domande e risposte delle due giovani laureate. Alla fine applausi per entrambe e complimenti per queste "Serate" per l’interesse che continuano a suscitare. Il prossimo appuntamento è per il 29 aprile.