Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 




Home Page :: Indietro

 Eventi 

XVII Festival Internazionale del Teatro di Figura

Immagini dell'interno 2011


di Francesca Costarelli

Pinerolo Indialogo - Anno 2 - N.6 - Giugno 2011

   È ormai alle porte non solo l’estate, ma anche il festival che le dà il benvenuto in città: il Festival Internazionale di Teatro di Figura "Immagini dell’interno".

Da anni, ormai, Pinerolo è conosciuta a livello nazionale e internazionale, grazie a questa manifestazione, come la città della marionetta.

L’Associazione promotrice, La Terra Galleggiante, si è sempre posta come obiettivo quello di portare al pubblico pinerolese non solo le esperienze artistiche più significative a livello regionale, attraverso la Vetrina Teatro di Figura del Piemonte, ma anche un assaggio del panorama contemporaneo nazionale e internazionale.

È così che il centro storico di Pinerolo ha accolto le esibizioni di artisti da tutta Italia dall’Inghilterra, Francia, Grecia, Russia, Sud America e Giappone...

Grazie alla qualità e all’avanguardia degli spettacoli proposti, il teatro di figura ha appassionato proprio tutti e non solo i bambini, come erroneamente si crede.

Teatro d’ombre, marionette a fili, burattini, bunraku, muppets, teatro d’oggetti, sono solo alcune delle tecniche della poesia delle figure che hanno catturato e fatto volare il cuore del pubblico.

Entriamo nel vivo dell’edizione 2011, ecco le novità e gli eventi imperdibili: 15, 16 e 17 giugno al Teatro del Lavoro verranno presentate proiezioni di corti d’animazione, già molto apprezzati al Salone dei Cavalieri nella scorsa edizione; dal 18 al 24 giugno una miriade di spettacoli. Consiglio il bellissimo "La cicala e la Formica" della compagnia svedese Svarta Katten
importante parentesi dal 20 al 22 giugno per la Vetrina Teatro di Figura del Piemonte.

Unica nota negativa la serata finale del 25 giugno. Da sempre ci si ritrovava in Via Principi d’Acaja. Tutto il centro storico tornava a nuova vita, rianimandosi da Piazza del Duomo fin sul piazzale di San Maurizio. Grandi e piccoli aspettavano tutta la settimana la grande festa finale per riscoprire il cuore della città, sentirsi parte di qualcosa di speciale, partecipare come protagonisti a uno spettacolo dietro l’altro fino a 6 o 7 in una sola magica serata.

Quest’anno, purtroppo, un altro evento prenderà il posto della parata del teatro di figura. Non entro nel merito della manifestazione che occuperà il centro storico. Ritengo però che sia davvero una pecca dell’amministrazione comunale il fatto di non essere riusciti a coniugare due eventi in uno stesso luogo. Troppo spesso ci lamentiamo che Pinerolo in certi periodi dell’anno è una città se non morta almeno sopita. Troppo spesso l’amministrazione concentra le attività in pochi felici periodi dell’anno lasciando la città scoperta in altri momenti.

Davvero una bella tradizione che si interrompe; un’occasione mancata per offrire alla città svago, qualità artistica e divertimento in gran parte gratuito. Peccato dover essere costretti a scegliere tra due iniziative, anziché godere di un’estate costellata di avvenimenti che si potevano susseguire armoniosamente uno dopo l’altro.

Per un calendario preciso del festival e per maggiori informazioni: http://www.immaginidellinterno.it