Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 




Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 Giovani @ Lavoro 

Tra internet, agenzie e passaparola

Le occasioni di lavoro in estate

di Silvio Ferrero

Pinerolo Indialogo - Anno 2 - N.7 - Luglio 2011

   L’estate è appena iniziata ma già si sente l’effluvio delle vacanze. Per i giovani studenti, sempre a corto di soldi, le vacanze sono anche motivo di ricerca di qualche lavoretto estivo per pagarsi gli svaghi o per accumulare qualche riserva per l’inverno. E le informazioni in merito sono sempre preziose.

Si può spaziare dal turismo all’agricoltura. Tra le tante mansioni, sono richiesti animatori per villaggi turistici o piscine, camerieri stagionali presso bar o ristoranti nelle principali località turistiche. Animatori di estate ragazzi presso i comuni. Oppure operai per la raccolta di frutta di stagione.

Per trovare lavoro ci sono diversi strumenti. Internet con siti dedicati (www.infojobs.it www.monster.it per citarne alcuni), gli uffici "Informa lavoro" o Informagiovani presso i comuni oppure il noto ufficio di collocamento. Ci si può anche affidare alle agenzie di lavoro interinale. Da non dimenticare la possibilità di presentarsi direttamente al possibile datore di lavoro con il proprio curriculum vitae per candidarsi di persona.

Saper scrivere un curriculum può rappresentare una marcia in più. In questo documento si devono riportare tutte le esperienze professionali e di studio compiute nella vita, i propri interessi professionali e personali, le esperienze professionali e formative in modo sintetico ed efficace, evidenziando quelle che potrebbero mettere sotto una luce migliore la propria candidatura.

Importante è non mentire o esagerare le proprie abilità: i nodi vengono sempre al pettine. Sono disponibili su internet modelli e guide per "scrivere" il proprio curriculum vitae.

Le retribuzioni possono giungere in vari modi e a norma di legge. Esistono i cosiddetti buoni lavoro – Voucher che possono essere telematici o cartacei.

Pensati per lavoro occasionale accessorio, i buoni sono acquistabili presso le tabaccherie oppure nelle sedi INPS o sul suo sito. L’importante è che la prestazione lavorativa non generi un reddito superiore ai 5000 euro annui con lo stesso datore di lavoro.

I buoni, acquistabili singolarmente o in buoni multipli da cinque e da due (non divisibili) hanno un valore di 10 euro ciascuno, che comprende sia la retribuzione sia la contribuzione previdenziale ed assicurativa.

Il valore nominale di ciascun buono (10euro) comprende la contribuzione in favore della Gestione Separata dell’Inps(13%), l’assicurazione all’Inail (7%)e un compenso all’Inps per la gestione del servizio(5%). Il valore netto in favore del prestatore è pertanto 7,50 euro.

Il buono multiplo da 50 euro ha invece un valore netto complessivo di 37,50 euro, quello da 20 euro ha un valore netto complessivo di 15 euro. Per incassare il buono basta recarsi in un ufficio postale con un documento d’identità valido.

Alternativa ai buoni sono le collaborazioni occasionali. Queste comportano lo svolgimento di un’attività di lavoro autonomo senza alcun coordinamento con il committente e, peraltro, devono essere del tutto occasionali, senza i requisiti dell’abitualità e della professionalità. Anche per esse vale il limite massimo di cinquemila euro per anno solare con il medesimo datore di lavoro.

Nella ricerca di un qualsiasi posto di lavoro, sono importanti la determinazione e la dinamicità. È importante dare l’impressione di essere svegli ed in gamba; essere il più spontanei e propositivi possibile all’eventuale colloquio.