Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 




Home Page :: Indietro

  Arte&Architettura



Portale sui luoghi da difendere

I luoghi del cuore

di Francesca Noardo

Pinerolo Indialogo - Anno 2 - N.7 - Luglio 2011

   Non è una novità che il patrimonio artistico ed ambientale italiano, indubbiamente tra i più belli del mondo, stia perdendo parte del suo valore storico e paesaggistico per causa dell’uomo, un tempo partecipante alla creazione. Si parla ovviamente delle amministrazioni che non cessano di impedire interventi abusivi, nell’edilizia in particolare, soprattutto nel meridione, o che addirittura permettono la realizzazione di progetti di bassissima qualità, come avviene in larga misura nel nord d’Italia. Ma a parte questo, evidentemente gli anni e l’esperienza non hanno contribuito a rafforzare la coscienza dell’enorme ricchezza che abbiamo sottomano: edifici storici, grandi architetture e meravigliosi paesaggi, che con le vacanze estive molti si apprestano a visitare, soffrono di degrado ed abbandono.

Abbiamo visto i recenti crolli di Pompei, nella Domus Aurea, e, tornando a esempi a noi più vicini, chi non ha notato il recente crollo del cornicione di Palazzo Vittone?

Come quest’ultimo, che peraltro pareva fosse in corso di restauro, si trovano molti altri luoghi nei dintorni del Pinerolese che sarebbero meritevoli di più attenzione.

Il FAI (Fondo Ambiente Italiano) dal 2003 compila un censimento con la partecipazione della popolazione (con cui dialoga direttamente su internet), mirando a raccogliere le segnalazioni dei luoghi che più stanno a cuore ai cittadini, allo scopo di "assicurare loro un futuro". Si punta così a selezionare anche i luoghi più trascurati, aumentando allo stesso tempo la sensibilità della cittadinanza sul valore del proprio patrimonio artistico, monumentale e naturalistico.

Nel progetto, "I Luoghi del Cuore", Pinerolo conta già tre segnalazioni: la Chiesa di S. Verano ad Abbadia Alpina, la Chiesa di S. Maurizio e la chiesa di S. Maria del Carmelo, e sappiamo che molti altri potrebbero andare ad allungare la lista.

Questo è un esempio di come anche la voce dei cittadini può e dovrebbe alzarsi in difesa dei luoghi a cui sono affezionati, prima che le pessime condizioni di conservazione crollino loro addosso.

"Attraverso il Censimento il FAI sollecita le Istituzioni locali e nazionali competenti affinché conoscano il vivo interesse dei cittadini nei confronti delle bellezze del Paese e mettano a disposizione le forze necessarie per salvaguardarle; ma il censimento è anche il mezzo per intervenire direttamente, laddove possibile, nel recupero di uno o più beni votati". http://www.iluoghidelcuore.it.