Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 




Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 Primo piano 


Vacanze estive

Vivere la montagna

di A.D.

Pinerolo Indialogo - Anno 3 - N.7 - Luglio 2011

   Le valli pinerolesi, denominate ultimamente, forse con un po’ di nostalgia, anche valli olimpiche, si presentano con un duplice richiamo: in inverno sono meta degli sportivi per attività agonistiche e di divertimento. In estate invece sono meta soprattutto dei villeggianti alla ricerca di frescura, di quiete e di pace in mezzo alla natura.

Nella stagione invernale l’arco alpino si trasforma in una "Galassia bianca", un grande sistema dedicato agli amanti degli sport della neve, in grado di offrire agli appassionati dello sci ampie strutture di accoglienza. Sono qui meta turistica soprattutto i luoghi di alta montagna come Pragelato e Sestriere con i loro impianti di risalita e le centinaia di chilometri di piste da sci del grande comprensorio della Via Lattea.

In estate invece le mete sono soprattutto i paesini di mezza montagna, dove le seconde case sono molto numerose, con le loro feste paesane, le sagre popolari, le iniziative culturali, i campeggi, i rifugi, le camminate immersi nella natura, le escursioni in mountain bike...

Il polo di attrazione non è più Sestriere, ma paesini come Fenestrelle, Usseaux, Roure in Val Chisone (Pragelato "tira" d’estate come d’inverno), Prali e Massello in Val Germanasca e Torre Pellice e i paesini a salire nella Val Pellice.

Le iniziative che gli amministratori dei vari comuni, le Pro Loco e le associazioni culturali mettono in piedi per allietare il soggiorno dei villeggianti, sia stanziali che occasionali, sono numerose e vanno dal settore sportivo a quello folcloristico, naturalistico, culturale, con la riscoperta di antiche tradizioni e costruzioni, che per secoli hanno fatto da confine al regno degli Acaja prima e dei Savoia poi. Tra le iniziative più importanti c’è quella che ruota attorno al Forte di Fenestrelle, ma ce ne sono anche altre di pregio e di nicchia, come gli incontri storico-religiosi del Lago del Laux o quelle di altri piccoli paesi, tutte organizzate per "vivere" al meglio la montagna.

L´offerta è molto articolata: si va dalle passeggiate a cavallo alle arrampicate su parete, dalle escursioni giornaliere ai percorsi di trekking o al giro dei rifugi, fino ai percorsi di free ride, down hill e trial o il volo con il parapendio. Per gli amanti del golf ci sono i campi di Sestriere.

Ma il vero spettacolo e la prima attrazione sono sempre le vette e la natura, mete di passeggiate rigeneranti.

I comuni, in passato gelosi delle proprie peculiarità paesane, ora si muovono di comune accordo elaborando progetti condivisi come quello firmato il 27.01.2011 dai sindaci di Fenestrelle, Roure e Usseaux e dai presidenti del Parco Naturale Orsiera Rocciavré, di Pracatinat s.c.p.a. e dell’Associazione Progetto San Carlo Onlus, riportato a fianco.