Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 


Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Links utili
Testate giornalistiche
 

RUBRICHE

Editoriali

Lettere al giornale

Copertine

Primo Piano

Eventi

Nuvole sopra i 20

La politica

Giovani e lavoro

Sociale e volontariato

Personaggi

Arte e architettura

Teatro

Officine del suono

Sport

Serate di Laurea

Storia locale



















 

 


Pinerolo Indialogo

Luglio 2011




Pinerolo Indialogo - n.7, Luglio 2011

Editoriale

  Il giorno dopo i risultati delle elezioni amministrative Massimo Gramellini titolava la sua rubrica Buongiorno de La Stampa, "Anno zero", ad indicare che erano finiti gli Anni Ottanta, gli anni dove "l’individuo aveva preso il posto del collettivo, il privato del pubblico, la discoteca dell’assemblea, il divertimento dell’impegno…" dove la tv commerciale trasgressiva era la dominatrice e Berlusconi, suo inventore, l’icona sociale, che sarebbe poi stata la base per il suo successo politico. Sentenza che è poi stata confermata e rafforzata con i referendum.
  
Eh sì, il pifferaio magico televisivo non incanta più, specie i giovani, che seguono ormai altri canali di svago e d’informazione. Seguono soprattutto internet e i social network, dove trovano istantaneità e immediatezza, dove è presente tutto il mondo, decentrato e interattivo, egualitario ed infinitamente espandibile nei contenuti e nelle relazioni… e dove soprattutto si è attivi e protagonisti.
  
Il cuore del mondo giovanile batte soprattutto qui e gli adulti, specie con il risultato del referendum, hanno incominciato a capirlo. La generazione dei nativi digitali (così li definiscono i sociologi) sta prendendo il sopravvento su quella dei nativi analogici (gli over trenta). Le generazioni protagoniste di internet stanno sorpassando quelle passive della televisione. Le rivoluzioni africane ce lo insegnano e le consultazioni elettorali italiane pure.
Antonio Denanni

http://www.pineroloindialogo.it
Su facebook http://www.facebook.com/indialogo.apinerolo"
Su Issuu: http://www.issuu.com/pineroloindialogo 



Primo Piano 
Vivere la montagna In estate le nostre vallate, dove sono presenti molte seconde case, sono meta soprattutto dei villeggianti alla ricerca di frescura, di quiete e di pace in mezzo alla natura.. di A.D.

 

Eventi
Il territorio alpino e la cultura delle sue genti
In montagna in questi anni oltre a un turismo di svago e di relax è avanzato anche un turismo attento alle tradizioni, agli antichi mestieri e alle tipicità culinarie: un turismo culturale che fa rivivere la "vita di un tempo".     di Marianna Bertolino

 

Riflessioni politiche young
Una giunta vecchia e incompleta
Dopo due settimane di consultazioni, telefonate, promesse rassicuranti di assessorati elargiti, il nuovissimo sindaco Buttiero ha presentato la sua squadra di lavoro, composta per metà da riconferme della preesistente giunta. Vistose appaiono le assenze dei giovani.                                  di Emanuele Sacchetto


Il Pinerolese che vorrei / intervista a Gennaro Michelino
"In provincia è più difficile fare sistema"

«La mentalità di provincia è certamente diversa da quella metropolitana e io che vivo a cavallo di due esperienze ne sono testimone. In città le idee che le persone si fanno sono più duttili, più legate alla temporalità del momento. In provincia invece le idee che una persona si fa, buone o cattive che siano, durano più nel tempo».                                                     di A.D.


Buone News
Anche il pedone vuole la sua parte 

A poco a poco le città italiane, a partire da quelle più piccole, si stanno attivando per tentare di eliminare l’inquinamento e soprattutto per re-insegnare agli automobilisti a camminare. Anche Pinerolo si sta adattando a queste nuove misure ecologiche.                                                 di Gabriella Bruzzone


Lettere al giornale
Una nuova voglia di partecipazione?

Per circa un ventennio ci siamo lasciati sedurre dalle affermazioni che tutto andava bene... Ora si sta uscendo da questa situazione con la fine della grande affabulazione anestetica, grazie alla mobilitazione soprattutto dei giovani in occasione dei referendum sui beni vitali della salute e dell’acqua.
                                                                           
di Elvio Fassone


Nuvole sopra i venti
People, don't stop the music

Oggi, grazie anche alla tecnologia, "fare" e passare musica è molto più facile e veloce. Questo dà la non trascurabile possibilità ai giovani di trasformare la musica, rendendola, oltre che uno strumento espressivo, anche un importante strumento di aggregazione.                                       di Fiammetta Bertotto


Primo piano
Le valli fortificate

Chi si fosse trovato a voler fare una passeggiata nelle valli Pellice e Chisone verso la metà del XVI secolo avrebbe dovuto progettare bene il percorso, per evitare di imbattersi nelle tante fortificazioni che le costellavano. Diroccate e divorate dalla Storia, alcune superstiti vestigia ancora oggi raccontano una vita di frontiera.                                                                  di  Michele F. Barale


Giovani@Lavoro
L'estate come occasione di lavoro

Per i giovani studenti, sempre a corto di soldi, le vacanze sono anche motivo di ricerca di qualche lavoretto estivo per pagarsi gli svaghi o per accumulare qualche riserva per l’inverno.                                       di Silvio Ferrero


Giovani@Scuola
Un laboratorio per pensare in grande

Sulle montagne di Pracatinat un Laboratorio, che è luogo di confronto tra la Scuola e il territorio sui grandi temi di oggi. Un progetto che mette in luce la necessità di ridefinire i modi di pensare e agire in relazione agli altri, alla società in cambiamento, all’ambiente.                                   di Nadia Fenoglio


Appunti di viaggio 
Sorvolando la rain forest

Il detto "Costa Rica, pura vida", traduce l’impressione immediata di un ritorno agli albori e all’Eden. Con un acquazzone al giorno, quello spettacolo della natura che è la foresta pluviale, la rain forest, cattura ed abbraccia il visitatore con le sue diramazioni infinite.                            di Angelica Pons


Sociale & Volontariato
Le adozioni due forme d'amore

Le adozioni dirette e a distanza sono due forme d'amore diverse, ma anche simili: verso un bambino che si è deciso di avere vicino e verso un'altro bambino che si è invece deciso di lasciare lontano, nella sua terra.   di Valentina Voglino


Visibili & Invisibili
I 50 anni di Amnesty nei graffiti

Amnesty pinerolese ha festeggiato i suoi 50 anni con i graffiti facendo realizzare a un gruppo di writers torinesi, i KNZ, un dipinto di 10 metri nel sottopassaggio del binario per Torre Pellice                                     di Massimiliano Granero


Arte & Architettura
I luoghi del cuore

Il FAI (Fondo Ambiente Italiano) dal 2003 compila un censimento del patrimonio artistico italiano che sta più a cuore dei cittadini. Anche alcuni "luoghi" pinerolesi da difendere sul portale www.iluoghidelcuore.it      di Francesca Noardo

 

Teatro & Spettacolo
Nuovi modelli di politiche culturali

Una vasta rappresentanza del mondo della cultura si è coagulata intorno al Teatro Valle di Roma per elaborare proposte su nuovi sistemi di gestione del teatro pubblico e in generale ripensare dal basso nuovi modelli di politiche culturali in Italia                                                             di Maurizio Allasia

 

Personaggi - Marco Bruno
In avanti, verso la Cina

"È una cultura che mi affascina perché lontanissima dalla nostra e caratterizzata da un’operosità sconosciuta all’Occidente... Inoltre, indubbiamente la Cina eserciterà nei prossimi cinquant’anni un’influenza enorme sull’Europa"                                                       di Michele Barbero

 

Musica emergente
Magatte Dieng e i Lamp Fall

Intervista a Magatte Dieng, uno dei più significativi musicisti senegalesi attivi in Italia, che con il suo gruppo dei Lamp Fall ripropone la musica tradizionale africana.                                                                  di Mario Rivoiro

 

Eventi nel Pinerolese 
L'Audax vespistica di 1000 km

Non solo il Tour de France, ma anche l’Audax vespistica di 1000 km. Un paio di settimane fa le vespe hanno fatto tappa in città per un controllo orario: davanti al Teatro Sociale in Piazza Vittorio Veneto sono arrivati 198 piloti di oltre 50 clubs italiani ed esteri.                                  di Giulia Antonucci

 

Sport - Beach Volley
Gli sport preferiti dell'estate

Da Giugno in poi le attività sportive che ci accompagnano per tutto l’anno si fermano per far avanzare gli sport che in modo riduttivo vengono affiancati all'attività balneare                                                            di Andrea Obiso