Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 


 

Pinerolo Indialogo Novembre 2013

Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 

 Officine del suono 


Musica emergente

Gli Elettrica


di Demis Pascal

Pinerolo Indialogo - Anno 4 - N.11 - Novembre 2013

 

   Gli Elettrica nascono nel Novembre del 2003 da un’idea di Andres Barbero (chitarrista e compositore dei brani) e Cristiano Giacomino (batterista). Alla voce entra subito in formazione Andrea Pastelli e in seguito Fabrizio Mainero al basso. Registrano i primi singoli e due demo (Fuori Controllo e Acustica) iniziando a fare concerti in tutto il Piemonte e in Lombardia.

Nell’estate del 2010 entrano poi in contatto con Bono Vox degli U2 che li invita personalmente al concerto degli U2 a Torino.

Successivamente viene reclutato alla voce Luca Bianciotto (Colpodicoda) con il quale registrano il primo album omonimo a Rubiera nei Busker Studios.

Suonano in Piemonte, Lombardia ed Emilia collaborando dal vivo anche con Gigi Cavalli Cocchi primo batterista di Ligabue a Prato di Correggio. I live non si fermano ed aprono il live di Rigo Righetti e Robby Pellati (storici membri della band di Ligabue) arrivando poi a vincere le semifinali regionali di Rock Targato Italia.

Per il secondo disco "Benvenuto sul pianeta Terra" dopo Luca Bianciotto viene reclutato alla voce Leonardo Proglio (Soundrise). Nel disco compaiono due collaborazioni importanti con Fry Moneti, violinista dei Modena City Ramblers, e di Bronski dei Rio. E proprio di questa ultima uscita andremo a parlare questo mese.

L’album gode di una produzione molto curata e decisamente professionale. Le sapienti mani del sound engineer hanno ben saputo amalgamare i suoni, ora puliti ora distorti, conferendo al disco quella che i musicisti chiamano "pasta". In effetti il suono è molto compatto ed omogeneo per tutta la durata del disco.

Si apre con la briosa "Sole del mattino" che si avvale della collaborazione di Bronski per proseguire con la più malinconica "Liberi nei sogni" dove le prodezze vocali vengono mischiate ad intensi arpeggi e riff di chitarra.

Il full lenght prosegue con l’intensa ballad "Tu non mi pretendi" che intreccia storie d’amore con le collaborazioni di Fry Monetti e Bronski candidandosi a singolo del disco.

Si va avanti con l’energica e danzereccia "Muoviti ancora" per approdare al malinconico inizio di "Vivere senza limiti" che si sviluppa da armoniosi arpeggi ed intensi assoli di chitarra.

La sesta traccia è la rude "Animale primitivo" che introduce una nuova collaborazione con Bronski tra le note di "Loro sanno come fare".

Si prosegue con la titletrack e il suo persistente riff di chitarra a tratti ipnotico.

La chiusura del lavoro è affidata alla suadente "Sono qui per disturbare" e alla veloce e massiccia "Il concerto della mia vita".

In conclusione questa seconda fatica della band piemontese rivela promettenti composizioni che ben si amalgamano tra di loro strizzando un occhio (anzi forse entrambi) a mostri sacri del rock italico, Ligabue in primis.

In attesa di nuovi lavori e di nuovi live potete ascoltare il disco sulla piattaforma Spotify e seguire la band su: https://www.facebook.com/ElettricaOfficial

Al prossimo mese, stay with music!