Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



Pinerolo Indialogo

Dicembre 2013


Dialogo tra generazioni


Home Page :: Indietro
 Giovani & Lavoro 

 

 


Un'arte e un lavoro che sta acquisendo in Italia un ruolo nuovo

Le espressioni artistiche di strada 

 a cura di Bianca Chiappino

 

Pinerolo Indialogo - Anno 4 - N.12 -Dicembre 2013

 Ridotta fino a qualche anno fa al ruolo di marginalità rispetto ad altre espressioni artistiche, l’arte in strada sta acquisendo anche in Italia un ruolo nuovo e sempre più importante. La Regione Piemonte è stata la prima in Italia a varare una legge in merito (L.R. n.17 del 15.7.2003, Valorizzazione delle espressioni artistiche in strada): ne pubblichiamo alcuni stralci

Art. 1. (Principi) - 1. La Regione Piemonte dichiara il proprio territorio ospitale verso le espressioni artistiche in strada.

Art. 2. (Definizioni) - 1. Sono considerate espressioni artistiche in strada tutte le attivita’ proprie delle arti, svolte liberamente da artisti di strada in spazi aperti al pubblico.

Art. 3. (Finalita’) - 1. La Regione Piemonte promuove l’ospitalita’ sul proprio territorio delle espressioni artistiche di carattere musicale, teatrale, figurativo ed espressivo nel senso piu’ ampio e libero, esibite in spazi aperti al pubblico.
2. La Regione riconosce alle attivita’ di cui al comma 1 un ruolo di valorizzazione culturale e turistica, di incontro creativo tra le persone, di ricerca e sperimentazione di linguaggi, di scambio di proposte con vari profili culturali, di confronto di esperienze innovative, di affermazione di nuovi talenti, di rappresentazione di attivita’ frutto di geniale ispirazione, di servizio culturale per un pubblico di ogni classe sociale, eta’ e provenienza geografica, secondo quanto previsto dalla Costituzione, che all’articolo 33 tutela la liberta’ dell’arte.

Art. 4. (Modalita’) - 1. Le attivita’ di espressione artistica in strada vengono svolte dagli artisti, limitatamente al luogo e alla durata dell’esibizione, nel rispetto: a) delle norme relative all’inquinamento acustico e ambientale;
b) della normale circolazione stradale e pedonale; c) del mantenimento del pubblico accesso agli esercizi commerciali limitrofi e delle proprieta’ private; d) del mantenimento della pulizia e decoro del suolo, delle infrastrutture ed arredi presenti.
2. Le attivita’ di cui al comma 1 ad eccezione di quelle realizzate all’interno di una specifica manifestazione, rassegna o festival si svolgono: a) senza alcuna forma di pubblicita’; b) senza alcuna attivita’ di esercizio di commercio ambulante; c) senza alcuna richiesta di pagamento di biglietti essendo l’eventuale offerta, da parte del pubblico, libera; d) tenendo, nello svolgimento della propria espressione artistica, comportamenti di prudenza e di perizia.

Art. 5. (Competenze dei Comuni) - 1. I Comuni indicano i luoghi dove non si possono svolgere le attivita’ di cui alla presente legge ed approvano un regolamento contenente le indicazioni degli orari e dei limiti acustici da rispettare ed eventualmente, in relazione alla peculiarita’ dei luoghi, la descrizione dei singoli spazi, delle caratteristiche delle attrezzature mobili e degli strumenti necessari per lo svolgimento delle attivita’.
2. L’accordo stipulato con i Comuni per l’organizzazione di iniziative con artisti di strada non costituisce titolo prioritario per l’occupazione degli spazi dedicati.

Art. 6 (Promozione delle espressioni artistiche in strada) - 1. La Regione assegna contributi annuali ad amministrazioni pubbliche e soggetti privati che, con carattere di continuità, promuovono le espressioni artistiche in strada con la realizzazione di manifestazioni, rassegne e festival e con il sostegno ad attività di valorizzazione, promozione e diffusione delle arti di strada. Il termine per la presentazione delle domande, i criteri di valutazione, le modalità di assegnazione dei contributi sono definiti con apposita deliberazione della Giunta regionale sentita la Commissione consiliare competente.
2. La Regione istituisce inoltre premi annuali, di euro cinquemila cadauno, per artisti singoli o associati che si siano distinti per particolare bravura. I criteri per l’assegnazione dei premi sono definiti con apposita deliberazione della Giunta regionale sentita la Commissione consiliare competente.

Art. 7. (Norma finanziaria) – [omissis]

Art. 8. (Norma transitoria)- 1. In sede di prima applicazione, la delimitazione dei luoghi e l’approvazione del regolamento comunale di cui all’articolo 5, comma 1, avviene entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge. 2. In caso di inerzia da parte del Comune le attivita’ di espressione artistica si intendono esercitabili liberamente su tutto il territorio comunale nel rispetto delle norme di cui alla presente legge.