Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 


 

Pinerolo Indialogo Maggio 2013

Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 

 Officine del suono 


Musica emergente

Duo Jet


di Demis Pascal

Pinerolo Indialogo - Anno 4 - N.5 - Maggio 2013

 

   La realtà musicale di questo mese è decisamente "emergente", nonostante la lunga esperienza dei componenti, e decisamente pinerolese. La chiacchierata con Federica e Andrea va da sé, vengo così a conoscenza del fatto che: "...I Duo Jet nascono grazie ad un incontro fortuito in occasione dell’esame di stato per Psicologi, sostenuto da entrambi nel novembre 2011. Dopo una chiacchierata al bar abbiamo pensato di trovarci per provare a suonare un po’ insieme..."

 "...Era da un po’ di tempo che avevo voglia di sperimentarmi su un genere un po’ diverso da ciò che fino ad allora avevo fatto..." continua Federica "... Ho iniziato da ragazzina cantando molto rock e pop, nonostante la mia formazione fosse jazz, mi sono poi avvicinata al blues e mi incuriosiva sempre di più il soul. Durante il primo caffè con Andrea gli proposi di provare a tirare giù una scaletta composta da brani acustici che andassero verso questa direzione".

La parola passa ad Andrea che mi spiega la sua parte nell’esperienza: "...L’idea di provare con un Duo mi piacque oltre che per il genere in sintonia coi miei gusti personali, anche per l’intrinseco coefficiente di sfida che la proposta comportava. Decidemmo, dopo alcune prove, di proporre i pezzi, in modo piuttosto scarno (voce e chitarra acustica) e di utilizzare anche basi (ritmiche e molto rudimentali) nel caso in cui fosse necessario".

I Duo Jet si collocano quindi all’interno di un segmento musicale di alta qualità ma molto lontano dalle classifiche e dal mercato delle major, perchè? E’ ancora Federica a prendere la parola:"...Abbiamo optato per questa scelta perché ci è sembrato immediatamente importante seguire la musica che più sentivamo affettivamente vicina senza preoccuparci di un consenso determinato unicamente dalle classifiche. All’interno della scaletta vi sono pezzi famosi e che sono risultati essere hit molto popolari, pezzi più datati come Feeling Good, Hit the Road Jack (Ray Charles), Son of a Preacher Man oppure pezzi più attuali come Rolling in the Deep (Adele) o Crazy (Gnarls Barkley). Abbiamo deciso di aggiungere anche brani che individualmente sono stati importanti per la nostra crescita musicale".

Mi rivolgo quindi ad Andrea, voglio sapere come questa piccola ma promettente band intenda portare avanti la composizione di brani propri.

..."...Recentemente abbiamo pensato di inserire alcuni pezzi nostri lavorando in questo modo: io propongo la parte strumentale, mentre Federica si occupa delle linee melodiche del cantato. Altra possibilità che ci è parsa sensata è quella di provare a recuperare alcuni pezzi già scritti da me riadattandoli in versione più minimale per poterli riproporre come duo...".

La voglia di fare quindi non manca a questi due ragazzi, ma cosa si propongono per il futuro prossimo?

..."...Per ora abbiamo delle date in programma nel pinerolese e vorremmo spostarci facendo concerti nel torinese e dintorni.

Un elemento a favore di questo tipo di formazione è quello di potersi adattare facilmente a situazioni molto differenti tra loro che possono spaziare dal locale per concerti a contesti più intimi come aperitivi o feste private...".

Quindi stiamo attenti all’evoluzione di questa band, che potremo seguire dal vivo il 4 maggio all’Espresso Italia di Pinerolo, con un occhio al loro profilo Facebook per i costanti aggiornamenti.

https://www.facebook.com/duojetduo