Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 




Pinerolo Indialogo

Giugno 2013


Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 Sociale & Volontariato 



"Estate bimbi" ed "Estate ragazzi"


L'estate del Comune di Pinerolo

a cura di Alice Albero
Pinerolo Indialogo - Anno 4 - N.6 - Giugno 2013

  L’estate sta arrivando e per le famiglie pinerolesi iniziano le preoccupazioni. La chiusura delle scuole è sempre un evento lungamente atteso dagli studenti che, accantonati i libri e lo studio, possono piacevolmente godere del tempo libero; prospettiva molto differente da quella dei genitori che devono mobilitare le molte risorse economiche e familiari per la gestione dei figli. Se poi a questa situazione si aggiungono i cambiamenti radicali che hanno visto protagonista indiscussa la famiglia italiana negli ultimi anni, le difficoltà diventano poco gestibili. È proprio a fronte di un mutato ruolo femminile e di un impoverimento della preziosa rete familiare, che il Comune di Pinerolo continua ad offrire ai propri cittadini i servizi di "Estate Ragazzi" e di "Estate Bimbi". Progettati con lo scopo di rispondere ai bisogni dei genitori impegnati con il lavoro, le iniziative estive offrono la copertura dei mesi di giugno e luglio. Per chi poi volesse allontanare i figli dalla calura della città, l’Ufficio comunale delle Politiche Sociali, in collaborazione con l’Eurotrend di Biella, mette a disposizione due soggiorni nel complesso alberghiero di Pracatinat (Comune di Fenestrelle). Attività ludiche, sportive, culturali ed escursionistiche occupano il posto centrale nel calendario delle attività. Offrendo agli utenti un servizio non solo capace di configurarsi come un aiuto concreto alle famiglie, ma anche in grado di creare un contesto di svago, di crescita educativa, di incontro e mescolanze culturali e di socializzazione tra i piccoli cittadini che crescono, le attività estive si susseguono negli anni e nelle generazioni con riconosciuta professionalità per gli animatori. Sono stati i sorprendenti risultati di un’indagine qualitativa condotta nell’anno passato, a farmi sperare nel proseguimento delle iniziative estive, nonostante la drammatica carenza di fondi. Poiché di fronte a 215 genitori soddisfatti e grati per l’aiuto ricevuto, non si devono smantellare quei servizi che riescono a migliorare nel loro piccolo la qualità di vita dei cittadini.