Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



Pinerolo Indialogo

Luglio 2013


Home Page :: Indietro

 Editoriale 

I "portici blu" per 1.600.000 euro... 
Non fatelo!

di Antonio Denanni

Pinerolo Indialogo - Anno 4 - N.7 - Luglio 2013

   Dunque il sindaco di Pinerolo e la giunta comunale, a caccia di soldi per i servizi che il Comune deve erogare alla città, vogliono vendere l’area denominata "portici blu" tra via Buniva e via Chiappero e vogliono venderla al miglior offerente concedendo in cambio la licenza di poter edificare fino all’altezza massima di 37,5 mt per un totale di 11 piani fuori terra. Pare che con questa concessione edilizia il valore dell’area sia di 1.600.000 euro. Si direbbe un bell’affare per le casse del Comune, ma forse non proprio per la cittadinanza, in quanto si costruirebbe un edificio di 11 piani di fianco ad un altro mostro di 17 piani già esistente. Anomalia che si aggiunge ad anomalia, per usare un eufemismo.
   Non fatelo: per il benessere della città! Passereste alla storia "per aver venduto per 1.600.000 euro un pezzo del panorama della città".
   Il benessere non è solo fatto di servizi tradizionali come la mensa, il trasporto urbano, l’agibilità delle strade, ecc. ma è anche benessere ambientale. Bisogna smetterla di ragionare solo sul tornaconto economico (così anche per l’edificio di via Vescovado). Ormai il benessere non si misura solo con i soldi, col Pil. Il benessere di un popolo, di una nazione, di un paese si misura anche con la Fil (Felicità interna lorda), che vuol dire bene paesaggistico, servizi adeguati, aria pulita, luoghi di socializzazione e di incontro, fruizione del bello, ecc. Misurare con il solo parametro del tornaconto economico vuol dire essere nel vecchio (il premio Nobel per l’economia Amartya Sen docet), significa ragionare su obiettivi corti (come sovente capita ai politici!). Anche il bello, una bella città, è un servizio, un segno di affetto per la città, soprattutto se deve durare nel tempo.

 

                                                                              
Sul web http://www.pineroloindialogo.it
Su facebook http://www.facebook.com/indialogo.apinerolo"
La rivista da sfogliare: http://www.issuu.com/pineroloindialogo