Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



Pinerolo Indialogo

Dicembre 2014


Home Page :: Indietro

 Editoriale 

Pinerolo città della cultura?

di Antonio Denanni

Pinerolo Indialogo - Anno 5 - N.12 - Dicembre 2014

 
  Si fa in fretta a dire Polo culturale. Realizzarlo è tutta un’altra cosa. Il dibattito sulla proposta della giunta Buttiero dai giornali e dalla discussione nelle associazioni si è spostato nella politica con la discussione in consiglio comunale in occasione dell’acquisizione della caserma Bochard.
  
Pinerolo è una città molto ricca di iniziative culturali e di associazioni che le promuovono, ce ne sono decine, ognuna col proprio giro e con i propri eventi. Tanti piccoli cespugli, per lo più impermeabili l’uno all’altro, che organizzano iniziative a cui partecipano 20-30 persone scollegate le une dalle altre. Nel nostro sito www.pineroloindialogo.it/eventi abbiamo contato in alcune occasioni 4/5 eventi/conferenze in contemporanea che meritavano tutte di essere seguite per lo spessore culturale.
  
Il guaio è che in città manca un coordinamento e una politica culturale: ogni associazione va per conto suo, con delle iniziative per il proprio giro di simpatizzanti più o meno precettati.
  
Se creare alla Bochard un polo culturale vuol dire spostare la biblioteca e tutte le associazioni culturali esistenti ed affidarne il coordinamento ad un assessore, un consigliere o un funzionario comunale, sarà un sonoro fallimento.
  
Bisogna entrare nell’idea che essere "uomo di cultura" non significa "essere capaci di fare cultura", cioè essere capaci di organizzare eventi di cultura. Per fare questo ci vogliono dei manager, degli esperti di eventi culturali, di bilancio, di marketing, capaci di far spostare le persone da lontano. Cioè degli organizzatori che si avvalgono di volta in volta degli uomini di cultura di settore. È quello che ha fatto con maestria Antonella Parigi a Torino con il Circolo dei lettori e con Torino Spiritualità e Maria Luisa Cosso a Miradolo con la sua Fondazione mettendo a frutto la sua esperienza di manager aziendale.
  
Fossi Buttiero io chiederei proprio alla Cosso di mettere a servizio della città questa managerialità!

 

                                                                              
Sul web http://www.pineroloindialogo.it
Pure  http://www.pineroloindialogo.it/eventi
Su facebook http://www.facebook.com/indialogo.apinerolo"
La rivista da sfogliare: http://www.issuu.com/pineroloindialogo