Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE


 


Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Links utili
Testate giornalistiche
 

RUBRICHE

Editoriali

Lettere al giornale

Copertine

Primo Piano

Eventi

Nuvole sopra i 20

La politica

Giovani e lavoro

Sociale e volontariato

Personaggi

Arte e architettura

Teatro

Officine del suono

Musica giovane

Sport

Serate di Laurea

Storia locale


 













 

 


Pinerolo Indialogo

Febbraio 2014






Pinerolo Indialogo - n.2, Febbraio 2014

Pinerolo: che cosa valorizzare?

   La maggior parte dei giovani che vanno all’estero, al ritorno commentano in genere con soddisfazione l’esperienza arricchente vissuta. Riportano anche i giudizi sull’Italia e sugli italiani sentiti dai loro coetanei o dalle famiglie ospitanti. A parte i soliti pregiudizi, carichi anche di sarcasmo, riferiscono che dell’Italia vi è all’estero una grande considerazione per alcuni settori di nicchia: il buon cibo, il grande patrimonio artistico, la moda e il design. continua                       di Antonio Denanni

Sul web http://www.pineroloindialogo.it
Su facebook http://www.facebook.com/indialogo.apinerolo"
La rivista su Issuu: http://www.issuu.com/pineroloindialogo 



 

Mondo universitario pinerolese / 13 
Alessandro Barbero: "La decadenza è solo economica, non è umana e civile. Il nostro pensiero è interamente dominato dall'economia"
«La tradizione dolciaria di Pinerolo è sbalorditiva. E non si chiama solo Galup: a Pinerolo ci sono almeno tre pasticcerie migliori di qualunque pasticceria di Roma o di Milano.».                                              a cura di Marianna Bertolino

 

Politica giovane young
Collaborare con Torino credo sia importante, ma Pinerolo ha una sua identità.
«Attualmente sto ancora "prendendo confidenza" con questo incarico. Sto incontrando e parlando con tanta gente, per capire i bisogni e l’idea di Pinerolo che abbiamo e che vogliamo dare. Abbiamo un patrimonio culturale incredibile»
 
                                                                                                   a cura di Emanuele Sacchetto

 

Arte & Architettura
Un centro storico con grandi potenzialità
Passeggiando nel centro storico di Pinerolo non si può fare a meno di notare la bellezza di alcuni palazzi storici, di antichi cortili nascosti, di case di impianto medievale; tuttavia spesso la trascuratezza di alcune aree, il cattivo stato di manutenzione o l’abbandono di edifici storici oscurano la bellezza e denotano la ristrettezza di un centro storico con grandi potenzialità.          di
Aldo Martellotto

 

Lettere al giornale
Il Servizio Civile, un tema da riprendere
«Fra le tante proposte di Matteo Renzi, una ha avuto meno risalto di quanto meritava, sebbene, forse, migliore di altre: quella di introdurre un servizio civile obbligatorio per tutti i giovani».                                              di Elvio Fassone


 


Teatro
Lettera a Maurizio: "Fermati e risali..."
«Caro Maurizio, certamente tu possiedi una brillante e sottile capacità di comunicazione, ti va dato atto senza riserve, non priva di una robusta cultura.
Il tuo ultimo intervento " Noi ci credevamo " ha lasciato nel sottoscritto, che si sente comunque coinvolto, una forte e inattesa perplessità
...».
                                                                 
                            di Renato Storero

 

Non ci restano che le storie
Mostafa: da extra comunitario a cittadino pinerolese
Sono partito dal Marocco all’età di 19 anni e sono in Italia ormai da 10 anni. A Pinerolo sono giunto per caso, a forza di girovagare per l’Italia a vendere oggettistica di vario genere come di solito fanno gli extracomunitari per vivere. poi ho conosciuto le suore della visitazione ed è cambiato tutto.      di A.D.


Giovani & Storia
L'ex caserma Fenulli nella guerra di resistenza
Il Pinerolese, nella guerra partigiana, ebbe un’importanza cruciale in quanto crocevia di comunicazione con la vicina Francia. Per questo la città, dopo essere stata occupata nel settembre 1943 da reparti tedeschi, l’anno successivo divenne sede del comando delle SS italiane per meglio fronteggiare il movimento di resistenza nelle valli. L’odierna ex Caserma Fenulli divenne carcere provvisorio per i partigiani.
                                       di Nadia Fenoglio


Per le vie della città
Via Vigone da valorizzare 
Ci sono zone della città che eccellono e ci sono zone che soffrono per mancanza di valorizzazione, un po’ perchè periferiche, ma anche perchè trascurate nella politica di valorizzazione urbana. Una di queste è via Vigone, una via ad alto tasso di traffico automobilistico e di inquinamento, dove passano centinaia di camion.                                                          di Antonio Denanni


Serate di Laurea
Da Mumbai a Pequerel con Anna Percivati e Alice Rostagno 
Anna Percivati ha presentato un lavoro sulla città indiana di Mumbai, intitolato "Mapping another Mumbai". Alice invece ha presentato uno studio dal titolo "Vivere la montagna: un progetto per la borgata di Pequerel". Entrambe con una tesi di laurea in Architettura.                                     di Marianna Bertolino


Vita internazionale
Matina Frelingos, from Sidney to Pinerolo 
Cinque mesi scolastici in Italia trascorsi qui a Pinerolo, al Porporato. «Dopo un periodo di orientamento a Roma, sono giunta a Pinerolo. Nella mia scuola, in Australia, le materie sono più pratiche, abbiamo per esempio il corso di Cucina e si può scegliere quello che si vuole. Invece in Italia si studia molto sui libri di testo.                                                                                                          di Alessia Moroni


Giovani @ Scuola
Appello dei presidi a favore del Liceo Economico Sociale
I saperi scientifici e umanistici devono potersi incontrare in un percorso formativo in grado di affrontare le sfide della contemporaneità. Ciò può avvenire attraverso una rivalutazione a scuola della cultura economica, trasversale a tante discipline, essenziale per capire il mondo e le sue trasformazioni.      


Lettera a...
Lettera ai ladri: quanta fatica per nulla!
In una notte qualsiasi di fine dicembre, né fredda né nebbiosa, né, non me ne voglia Snoopy, tempestosa, tre ombre si aggirano nel mio giardino, almeno questo è quanto mi viene raccontato qualche minuto dopo... di Cristiano Roasio


Buone News
Giovani leccesi riaprono un museo
Era chiuso da cinquant’anni ma loro non si sono dati per vinti: armati di intraprendenza e animati dall’entusiasmo tipico dei loro quindici anni, sono riusciti a far riaprire uno dei musei storici di Lecce, ovvero il Museo di Scienze Naturali dell’Istituto Galilei-Costa...
                                              di Gabriella Bruzzone


Per Mostre, Spettacoli e Musei
Promettenti artisti del Pinerolese: Erith Balestrieri
Comincio col dire che non ho studiato all’accademia, ma ho sviluppato questa passione, che attualmente è il mio lavoro, quasi per gioco. Con una mia amica mi sono iscritto ad una gara e ho vinto...                                   di Chiara Gallo



Visibili & Invisibili
La fiaccola olimpica farà luce anche sulla violazione dei Diritti Umani?
Cara lettrice o caro lettore, ti auguro, in questi giorni di tanta attenzione internazionale, che tu possa raccontare al mondo quanto sia difficile svolgere il tuo lavoro per i diritti di tutti nella tua città – Soci – e nel tuo paese – la Russia...                                      a cura del Gruppo giovani Amnesty International
I preparativi per la XIX giornata della memoria delle vittime di mafia
Ci prepariamo ad un’altra giornata della memoria, quella del 22 marzo, dove ricorderemo tutte le vittime delle organizzazioni mafiose.         
di Chiara Perrone


Giovani, Tecnologia & Innovazioni
Indossare i libri del cuore

Tutti noi abbiamo sognato di entrare a far parte del nostro libro preferito, di esserne i protagonisti, di sognare insieme ai nostri personaggi…Oggi la tecnologia del lettore e-book, ideato dai ricercatori del MIT di Boston, può permettere tutto questo.                                                                      di Greta Gontero


Officine del suono
Severed Garden
Il progetto Severed Garden prende vita nel 2005, con una formazione che comprende soltanto tre degli attuali membri, ovvero Giorgio Manca (Chitarra e Backing Vocals), Danilo D’Onofrio (Basso) e Manuel Cernéro (Batteria).. Nei successivi due anni prendono parte al progetto Ivan Di Sipio (Tastiere e Backing Vocals) e Joele Turchi (Voce e Chitarra Ritmica), con i quali il gruppo raggiunge l’attuale line-up..                                                                  di Demis Pascal 


Appunti di viaggio 
In Cambogia, pensando alla Shoah
In questo periodo di ricordo della Shoah, mi vengono in mente i luoghi di un altro terribile genocidio dove sono stata tanto tempo fa: in Cambogia a Tuol Sleng, il campo di sterminio nel cuore della capitale Phnom Penh...     
di Angelica Pons


 

 Gli amici di Pinerolo Indialogo