Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



Pinerolo Indialogo

Marzo2014


Dialogo tra generazioni


Home Page :: Indietro
 Serate di Laurea 


 

Serate di laurea con Alessandro Prinzio e Simone Fossat

Tema: Enrico Mattei e l'inquinamento acustico

 di Marianna Bertolino

 

Pinerolo Indialogo - Anno 5 - N.3 - Marzo 2014

Serate di Laurea di Febbraio ha visto protagonisti due giovani laureati in Scienze Politiche.

Alessandro Prinzio con una tesi dal titolo "La morte di Enrico Mattei, nelle pagine de La stampa e del Corriere della sera", ha proposto un lavoro sulla figura del noto manager fondatore dell’ENI (Ente Nazionale Idrocarburi) nel 1953, focalizzando l’attenzione sull’atteggia-mento manifestato dai due più diffusi e importanti quotidiani dell’epoca nelle settimane immediatamente precedenti e successive alla sua tragica morte nel 1962.

Dopo aver tracciato un breve profilo della figura di Mattei – "monarca assoluto" della più grande impresa pubblica nella storia del nostro paese, appunto l’Eni –aiutato da importanti documenti del servizio segreto britannico resi pubblici e conoscibili da pochi anni, Alessandro ha incentrato l’attenzione sulla visione che del manager era offerta dalla stampa italiana e internazionale, cercando inoltre di tratteggiare un breve quadro della situazione storica in cui avvenne la morte.


 

Il relatore ha poi trattato nel particolare le notizie del quotidiano torinese, espressione di un grande gruppo industriale italiano sempre avverso alle politiche matteiane e di quello milanese, voce della borghesia finanziaria e quindi più vicino al personaggio.

Altro argomento è stato invece trattato dal secondo relatore, Simone Fossat, che nella sua tesi intitolata "Il potere del comune a tutela dell’inquinamento acustico" ha affrontato tale tema analizzandolo nei vari livelli dell’ordina-mento giuridico e con particolare attenzione alle competenze comunali, le più numerose e le più efficaci nel tutelare i cittadini dal rumore. Ampio spazio è stato dedicato all’analisi delle controversie tra cittadini e istituzioni sia in primo che in secondo grado di giudizio per far emergere il diritto "positivo" frutto proprio dei casi giurisprudenziali in materia. La discussione è terminata toccando le cronache della città di Torino sul fenomeno della cosiddetta "movida" che hanno portato mobilitazione associazionistica e all’entrata in vigore del nuovo regolamento cittadino in materia di quiete pubblica.

Il prossimo appunta-mento è previsto per il 28 marzo presso la nuova sede dell’associazione Onda d’Urto, in via Vigone 24 a Pinerolo.