Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE


 


Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Links utili
Testate giornalistiche
 

RUBRICHE

Editoriali

Lettere al giornale

Copertine

Primo Piano

Eventi

La politica

Donne/uomini pinerolesi

Giovani e lavoro

Sociale e volontariato

Personaggi

Nuvole sopra i 20

Urbanistica e architettura

Teatro

Officine del suono

Musica giovane

Sport

Serate di Laurea

Storia locale


 











 

 


Pinerolo Indialogo

Marzo 2015





Pinerolo Indialogo - n.3, Marzo 2015

Pinerolo e basta!

  L’editoriale "Pinerolo, basta con la ‘città della cavalleria!’" ha suscitato parecchie discussioni che sono giunte anche a me attraverso mail e telefonate. I commenti sono stati quasi tutti di approvazione, qualcuno ha tirato anche un sospiro di sollievo: "era ora che qualcuno avesse il coraggio di sollevare la questione!".
   Questo interesse mi induce a ritornare sull’argomento. Col dire basta all’identificazione di Pinerolo come "città della cavalleria" non si vuole disconoscere il valore storico ed economico-architettonico che la cavalleria ha portato in città tra fine ‘800 e prima metà del ‘900, si vuole semplicemente dire che la Pinerolo di oggi non è quella di allora e non lo sarà mai più, fa parte dei ricordi e della memoria come la città degli Acaja o la cittadella fortificata di Vauban.

continua                                                         
di Antonio Denanni

Sul web http://www.pineroloindialogo.it
Pure http://www.pineroloindialogo.it/eventi
Su facebook http://www.facebook.com/indialogo.apinerolo
La rivista su Issuu: http://www.issuu.com/pineroloindialogo 

 
 

Giovani e territorio
Intervista a Mons. Piergiorgio Debernardi, vescovo di Pinerolo
Circa l'accorpamento delle diocesi, «dalle notizie in mio possesso ritengo che la diocesi di Pinerolo ha tutte le caratteristiche per continuare il suo cammino (numero sufficiente di abitanti; specificità di vocazione pastorale). In questi ultimi tempi si sono fatte numerose ipotesi. Ma è tutto frutto di spigliata fantasia».
                                                                                          di Emanuele Sacchetto

 

Primo piano
Quattro abbazie di Santa Maria per valorizzare il territorio

La voglia di riqualificare il territorio, di dare nuova vita a siti considerati spenti, privi di potenzialità o troppo pachidermici per essere valorizzati, non è certamente sopita nelle nuove generazioni. Ne è una chiara dimostrazione il progetto "Le quattro abbazie di Santa Maria".
                       di Riccardo Rudiero

 

Dibattito sul Polo culturale /2  
Le funzioni di un polo culturale
Un polo culturale è definito da una collocazione “fisica” strategica rispetto ad un territorio e da una attrattività che evidenzia un punto su cui si innerva un sistema di coordinate, un luogo che funge da elemento di aggregazione.
Sono due i movimenti che alimentano costantemente la pulsazione del polo, l’andamento del suo respiro: un movimento di riferimento (logica centripeta) e un movimento di irraggiamento (logica centrifuga). 
                di Mauro Ughetto


 


Territorio
Se la montagna muore
L’autunno e la primavera sono stagioni difficili per la montagna. Non ci sono più i turisti dell’estate né quelli della neve. Qualche famiglia, preoccupata per la fatica che costa al ragazzino scendere ogni giorno a scuola in valle, decide che l’anno prossimo si trasferirà più in basso, e qualche altra famiglia medita di imitarla. Il bar, il negozietto, il piccolo emporio che vedono ridursi la clientela già scarsa, si rassegnano a chiudere...                                    di Elvio Fassone

 

Giovani & Lavoro - L'innovazione nel Pinerolese/ 1
Provel-3D System, leader mondiale
Pinerolo non è solo un territorio in crisi economico-occupazionale, ma vi sono anche aziende di pregio che fanno innovazione. Una di queste è l’azienda Provel- 3D System che ha il suo stabilimento alla Porporata.
Intervista ad Alessandro Buson.                                         
di Aurora Fusillo


Giovani & Storia
Lidia Poët e la difesa dei diritti delle donne
La festa dell’8 marzo è una buona occasione per ricordarla, Lidia Poët. La prima donna avvocato del Regno d’Italia, a cui fu però impedito l’esercizio della professione proprio perché donna: discriminazioni ottocentesche, si direbbe. Oggi le donne si muovono con libertà nel mondo del lavoro, vanno dove vogliono, perfino nello spazio. Certo, maggiori diritti sono stati acquisiti ma solo in forma precaria....                                                                   di Nadia Fenoglio


Lettera a...
Cinquanta sfumature di ovvio
"Nelle società tecnologiche avanzate dell’Occidente c’è invero un’effettiva e ampia desublimazione, che ha luogo nei costumi e nel comportamento sessuali, nelle relazioni sociali, nella cultura resa ormai accessibile. [...] La morale sessuale è stata liberalizzata in alta misura; inoltre la sessualità viene propagandata come stimolo commerciale, voce attiva negli affari e simbolo di status."...                                                                   di Cristiano Roasio


Uomini del Pinerolese
Rinaldo Canalis
Rinaldo Canalis, di Cumiana, in pensione, è stato fin dagli inizi uno dei collaboratori del fondatore del Sermig Ernesto Olivero. Da sempre si interessa del settore dell’assistenza e del volontariato del Sermig.         di Sara Nosenzo


Serate di Laurea
Lettere e Scienze Infermieristiche con Annalisa Listino e Ambra Dalmasso

Serate di Laurea ad Onda d'Urto con con Annalisa Listino, laureata in Letteratura, filologia e linguistica italiana con una tesi dal titolo “Così sale Dante i cieli rapito da Beatrice". Fogazzaro lettore di Dante" e con Ambra Dalmasso, laureata in Scienze Infermieristiche con la tesi  “Prevenzione cardiovascolare attraverso l'alimentazione. Produzione di un video didattico”                                                                                  di Gabriella Bruzzone


Il Passalibro
La cattiva informazione di U.Eco
Non è sempre facile distinguere tra causa ed effetto. Soprattutto nel mondo dell’informazione, dove, a voler ben vedere, sovente non sono le notizie a fare i media, ma i media a fare le notizie. Come? Ce lo mostra Umberto Eco in Numero zero.                                                             di Valentina Scaringella


Al Teatro Sociale 
Lombardi-Tiezzi in Non si sa come
Non si sa come è un ottimo esempio di dramma pirandelliano. Non si sa come le cose accadono, senza che qualcuno le premediti o vi si opponga. Ci sono colpe nella vita che non si possono evitare di commettere, e come viene detto per tutta la durata dello spettacolo...                                                 di Sara Nosenzo


Vita Internazionale
Laura Serassio in "diretta da Bruxelles"

Forse, specialmente in questi giorni, sintonizzati sul canale TGCOM 24, avrete sentito: «Ce ne parla Laura Serassio da Bruxelles». Proprio lei, giornalista freelance, via Skype ci racconta la sua esperienza lavorativa e la sua vita, ormai da anni in Belgio.                                                              di Alessia Moroni


Buone News
Food forest, un nuovo modo di coltivare

Negli anni Sessanta, Robert Hart, sulla scia del motto ippocratico "Fa’ che il Cibo sia la tua Medicina e che la Medicina sia il tuo Cibo", sperimentò un metodo alternativo per la coltivazione di frutta e verdura e diede origine alla food forest                                                                       di Gabriella Bruzzone


Visibili & Invisibili
Prima le persone, poi le frontiere 
E’ la sera del 7 febbraio, e circa quattrocento persone lasciano le coste libiche a bordo di quattro gommoni. Vengono da vari stati africani, molti dalla Costa d’Avorio, hanno pagato 650 euro a testa per arrivare in Europa...        
                                                                              di Gruppo giovani Amnesty International
In cammino verso il 21 marzo
"La verità illumina la giustizia", questo lo slogan scelto per la XX Giornata delle memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Libera per la XX edizione ha scelto l’Emilia Romagna, ha scelto Bologna. .                                                                                              di Chiara Perrone


Per Mostre, Spettacoli e Musei
I ritratti di Luca Arancio, disegnatore
Luca Arancio è giovane, molto giovane, a soli 19 anni è riuscito a farsi notare per il suo stile davvero notevole. Fin da piccolo allena la sua mano al disegno, tanto da iscriversi al Liceo Artistico di Pinerolo.                       
di Chiara Gallo


Cose dell'altro mondo
Torino capitale europea dello sport
 A nove anni dalle memorabili XX Olimpiadi invernali, Torino vedrà riaccendersi nel 2015 la passione olimpica dello sport. La città sabauda è stata infatti selezionata per essere durante il corso di tutto l’anno la capitale europea dello sport.                                                                   di Massimiliano Malvicini


Officine del suono
Vostok 9 - la musica di Andrea Allione
Il 1 marzo 2015 al Teatro Sociale di Pinerolo, si è tenuta “Vostok 9 – la musica di Andrea Allione”, una serata musicale dedicata alla memoria del chitarrista jazz di Pinerolo morto nell’ottobre del 2013. Ventisei jazzisti che hanno avuto l’occasione di lavorare con Andrea nel corso della sua lunga carriera hanno riproposto, reinterpretandoli, diversi brani di sua composizione.  di  Isidoro Concas


Giovani, Tecnologia & Innovazioni
L'ombrello high tech 

Quante volte in una vita si perde l’ombrello? Innumerevoli. Possiamo averlo dimenticato, possono avercelo rubato ma, in ogni caso, l’ombrello non c’è più ed è praticamente impossibile ritrovarlo. Da oggi non più, è arrivato il primo ombrello intelligente.                                                                  di Greta Gontero

 

Andare al cinema
Birdman

Riggan Thompson, celebrità hollywoodiana decaduta, sta affrontando i giorni immediatamente precedenti al debutto del suo primo spettacolo teatrale a Broadway. A complicare i suoi piani ci sono nell’ordine: una figlia ex-tossicodipendente, la sua nuova compagna, un nuovo attore...di Andrea Obiso


Viaggiare
Sul Kilimangiaro, la vetta dell'Africa
Il Kilimangiaro è la loro montagna sacra. La più alta, con a fianco il Monte Meru. Svetta sulla pianura. Oltrepassiamo a piedi 6 diversi habitat e climi, dai banani, alla foresta pluviale, ai pini alpini, ai licheni, alle rocce ed al ghiaccio. Il 21 febbraio 2015 si sale, fino alla vetta di 5895 mt.
..                 di Mauro Beccaria


Gli amici di Pinerolo Indialogo e di Onda d'Urto