Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



 

Pinerolo Indialogo

Giugno 2015

Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 

 Giovani & Lavoro 

Mario Gasca di Pinerolo Partner

"Sono importanti le esperienze per acquisire sensibilità aziendali"


di Aurora Fusillo

Pinerolo Indialogo - Anno 6 - N.6 Giugno 2015

Avere una laurea oggi non basta. Per trovare un’occupazione ed essere vincenti sul mercato del lavoro è indispensabile avere un mix di qualità e competenze specifiche, con l’aggiunta di una buona dose di fortuna. Abbiamo intervistato Mario Gasca, titolare di Pinerolo Partner (Gruppo Carriere), con sede a Pinerolo, in Via Saluzzo 55, per capire cosa vogliono oggi le aziende dai giovani e in quali settori è meglio specializzarsi.

Cosa deve avere un giovane diplomato/laureato oggi per essere vincente sul mercato del lavoro?
Identificherei per le risorse operaistiche, competenze tecniche di base: comprensione del disegno tecnico, comprensione di testi tecnici e manualistici, ottima manualità, capacità logiche di approccio a problematiche tecniche.

Per i laureati fa la differenza un percorso di studi allineato alla professione che si vuole intraprendere, e che questa sia richiesta dal mercato. Sono apprezzate esperienze, es. stage, in Italia e all’estero, che permettano di acquisire sensibilità aziendali, necessarie per poter dirigere gli interessi propri verso obbiettivi reali.

Occorre avere poi caratteristiche quali: positivi-tà, perseveranza, capacità di espressione e di relazione, uso evoluto del pc, lingua inglese, empatia, coraggio, umiltà, leadership, capacità di fare squadra, diplomazia, adattabilità.

Il territorio pinerolese offre oggi delle prospettive di crescita professionale per i giovani? Quali settori aziendali richiedono più personale?
Nell’automotive e suo indotto, motori del nostro territorio, le figure più richieste sono: addetti macchina a CNC, manutentori meccanici/di processo (plc), progettisti di prodotto ed attrezzature, tecnici di testing, addetti qualità, tecnici commerciali, customer service, amministrativi, controller, addetti logistica, buyer ecc.

In che cosa si differenzia il Gruppo Carriere da altre agenzie? Abbiamo notato che non siete presenti sui principali social network utilizzati dai giovani: a cosa è dovuta questa scelta?
La differenza sta nelle modalità, non standardizzate, in cui offriamo il nostro servizio (non facciamo ricerche di tipo interinale), le nostre ricerche sono sempre per profili molto specializzati e professionali. Personalizziamo la nostra offerta sulla base delle esigenze del cliente, anche in termini di comunicazione esterna, di-stinguendoci per flessibilità e velocità.

Abbiamo poi partnership con una trentina di motori di ricerca. Sul nostro profilo di Linkedin (Pinerolo Partner Gruppo Carriere) pubblichiamo le nostre offerte di lavoro. Questi strumenti sono per noi più che sufficienti.

È vero che le aziende preferi-scono assumere persone di sesso maschile?
In linea generale è un atteggiamento in fase di superamento, almeno per le grandi aziende. Esistono tuttavia casi marginali di disparità tra uomini e donne per alcune posizioni manageriali.

Quale percentuale viene assunta dopo il periodo di prova previsto solitamente dall’azienda?
Per quanto riguarda la Ricerca e Selezione da noi svolta su personale qualificato, il 100% dei candidati da noi proposto viene confermato.

Qual è la principale difficoltà nel conciliare le esigenze delle aziende con i profili dei candidati?
Le ricerche a noi affidate sono sempre più complesse; le aziende ricercano la risorsa "ideale" che risponda alle caratteristiche necessarie per ricoprire il ruolo aziendale. Il ruolo fondamentale, oltre alle competenze teoriche ed alle esperienze pregresse, lo gioca, in fase di colloquio, l’attitudine del candidato.

Quale percentuale rappresentano i giovani laureati iscritti alla Vostra agenzia? Quale tipo di occupazione cercano?
Noi lavoriamo in tempo reale: arriva una ricerca, la diffondiamo e riceviamo i primi CV. Segue un primo screening, i colloqui e in meno di 15 giorni identifichiamo la "persona più adeguata". I neolaureati rappresentano una percentuale importante, dei quali molti hanno percorsi didattici poco spendibili nel mondo del lavoro; risulta molto difficile però quantificare essendo questo dato legato alle ricerche in corso.