Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



 

Pinerolo Indialogo

Settembre 2015

Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 


  Teatro


Al Teatro Incontro il 19 settembre 

Sherlock Holmes

di Sara Nosenzo

Pinerolo Indialogo - Anno 6 - N.9 - Settembre 2015

 L’Associazione Teatrale Mellon ripropone lo spettacolo che ripercorre la vita e i casi più celebri del detective più amato della letteratura e del cinema: Sherlock Holmes. I testi inediti, scritti dalla stessa compagnia, dividono la storia in tre scene principali. Non mancheranno personaggi quali: il Professor James Moriarty, temibile avversario del detective; Irene Adler, unica donna amata da Holmes; il Dottor Watson, suo fidato compagno di avventure e investigazioni.

Benché l’Associazione conti membri giovani, la professionalità e la passione sono le prime caratteristiche che saltano agli occhi. La rappresentazione è curata nel dettaglio
e vede un maggior numero di attori rispetto ai precedenti spettacoli della compagnia, tra cui ricordiamo: "Molto rumore per nulla" di William Shakespeare, "Il Signore degli Anelli" di J. R. R. Tolkien e "Don Camillo e Peppone".

Mettere in scena Sherlock Holmes non è un’impresa semplice: la novità è difficile da raggiungere e il commento del pubblico potrebbe rivelarsi deludente. Ma in questa prova, la Mellon esce vittoriosa aggiungendo dei tratti nuovi e al tempo stesso fedeli all’opera di Conan Doyle. La relazione tra il celebre detective e la conturbante Miss Adler appassiona lo spettatore, dandogli modo di entrare, anche se per poco tempo, nella vita sentimentale di Holmes: aspetto tralasciato in numerose trasposizioni.

L’interpretazione di Davide Mantovani, nel ruolo di Sherlock Holmes, è forte e convincente, donando una voce profonda e i tratti salienti del personaggio: l’astuzia e l’abilità.

Le scenografie, ricostruite fedelmente, donano allo spettatore la sensazione di entrare nella Londra vittoriana e lo aiutano ad immergersi nella storia narrata. Merito anche dei costumi e del trucco, la storia risulta vera e cronologicamente credibile.

La storia è frammentata da stralci di appunti del diario del Dottor Watson, letti dallo stesso, che fungono da suggestivo ed efficace narratore esterno.

Memore della prima dello spettacolo, vi consiglio di recarvi il 19 settembre al Teatro Incontro di Pinerolo.