Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



Pinerolo Indialogo

Febbraio2016


Dialogo tra generazioni


Home Page :: Indietro
 Serate di Laurea 
 

 

Serate di laurea con Francesca Olocco e Giulia Valetti

"Un frammento trecentesco della Vita Nuova"(Francesca) e "Meccanismi della mielinizzazione e ruolo della proteina di polarità Scribble nell’estensione della mielina" (Giulia)

 a cura di Onda d'Urto

Pinerolo Indialogo - Anno 7 - N.2 - Febbraio 2016

 Relatrici della prima Serata di Laurea del 4 febbraio 2015 sono state Francesca Olocco, laureata in Lettere, e Giulia Valetti, laureata in Biotecnologie.

La tesi presentata da Francesca dal titolo "Un frammento trecentesco della Vita Nuova", ha illustrato il lavoro che fa il filologo nell’approcciarsi a un testo antico, in questo caso di Dante.

Ha affermato la relatrice: «I testi di origine medievale, in mancanza di un originale manoscritto autografo, devono essere stabiliti attraverso il lavoro dei filologi. Esso consiste nel trascrivere e confrontare il testo di tutti i codici contenenti un determinato testo e ricostruire così la genealogia dell’opera, al fine di comprendere quali manoscritti siano più affidabili e vicini all’autore. A un tale lavoro si presta bene la Vita nuova, opera giovanile di Dante. Io per la precisione mi sono occupata di alcune carte contenenti parte del testo, ovvero il frammento Acquisti e Doni 224, conservato alla Biblioteca Mediceo-Laurenziana di Firenze, denominato Olschki. Attraverso una trascrizione accurata e la redazione di una seguente edizione diplomatico-interpretativa, ho potuto confrontarne il testo con quello dei restanti codici della tradizione del libello dantesco, studiati dall’illustre filologo Michele Barbi, e collocare il frammento all’interno della famiglia di codici settentrionali e in posizione abbastanza privilegiata e vicina all’archetipo. Questo elemento, aggiungendosi alla notevole antichità delle carte, risalenti probabilmente alla prima metà del ‘300, fanno del codice Olschki un testimone di rilevante importanza».

La tesi di Giulia dal titolo "Meccanismi della mielinizzazione e ruolo della proteina di polarità Scribble nell’estensione della mielina" si è occupata della mielina e della sua rigenerazione.

«La mielinizzazione è un processo che influenza molto le funzioni del sistema nervoso sia durante lo sviluppo che nella vita adulta ed è coinvolta nei processi di riparazione. Gli oligodendrociti - ha detto la relatrice - sono cellule della neuroglia che producono mielina, la quale, avvolgendosi attorno agli assoni dei neuroni, produce numerose guaine mieliniche. Il numero di guaine mieliniche create da singoli oligodendrociti regola l’estensione della mielinizzazione; tuttavia i segnali che controllano la mielinizzazione da parte degli oligodendrociti sono ancora poco conosciuti. Usando live-imaging in zebrafish è stato dimostrato che gli oligodendrociti creano nuove guaine mieliniche durante un periodo di sole 5 ore. Viene quindi proposta l’esistenza di un periodo ristretto durante la vita di un oligodendrocita mielinizzante in cui vengono prodotte nuove guaine mieliniche e durante il quale l’estensione della mielinizzazione può essere regolata in vivo... Lo studio della rigenerazione della mielina è molto importante nel caso di malattie demielinizzanti come la Sclerosi Multipla in cui la mielina del Sistema Nervoso Centrale viene distrutta»