Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



Pinerolo Indialogo

Aprile 2016


Home Page :: Indietro

 Editoriale 

Partire dal capitale umano

di Antonio Denanni

Pinerolo Indialogo - Anno 7 - N.4 - Aprile 2016

 Aprile2016
Volendo descrivere un territorio in modo estremamente sintetico si possono distinguere tre elementi portanti: 1. le ricchezze naturali; 2. il capitale umano; 3. il patrimonio storico.

Di solito nei programmi politici si parte dall’urbanistica considerata, anche per gli enormi interessi che ci stanno dietro, l’elemento che amalgama il tutto. Noi invece proponiamo per le prossime amministrative di Pinerolo di partire dal capitale umano.

Il capitale umano naturalmente è tutto ciò di umano che c’è nel territorio, dai più giovani ai più anziani; è tutto da difendere e valorizzare, ma quello che è più aperto al futuro, più carico di energia, di creatività e di innovazione è quello giovanile. Tutti gli economisti ci dicono che crescono i Paesi che hanno energie giovani e qualificate. E Pinerolo non può essere da meno.

Allora si tratta di vedere quanto i candidati oggi, potenziali sindaci domani, sono disposti a spendere per il bene di questa città per i giovani pinerolesi, intendendo come tali i giovani dai 18 ai 29 anni, quelli già formati a livello scolastico e professionale, che sono energia spendibile sul territorio, pronta a innovare, a creare, a mettersi in gioco.

Quando parliamo di spendere intendiamo soldi veri e non parole, cifre da stanziare per avviare progetti, creare occasioni di lavoro, luoghi d’incontro e di incubazione d’impresa. Soldi che devono andare non ad istituzioni che già hanno i loro fondi (scuole, enti...), ma direttamente ai giovani, che a loro volta in cambio devono garantire serie progettualità di lavoro e impresa. Intere città sono rinate con queste politiche di sostegno economico ai giovani con voglia di sfondare: una per tutte Glasgow, diventata negli anni '90 leader mondiale nel campo dell’arte contemporanea.

A Pinerolo sono assenti da 20 anni delle politiche per i giovani (non esiste neanche un Informagiovani!). Sarà anche questa la causa della sua decadenza?

Si è disposti a spendere per i giovani almeno la metà di quello che si spende per gli anziani? Il Comune di Pinerolo da al Ciss € 1.103.104 (31 euro pro capite) su un bilancio di circa 55 milioni di euro. Di questi, facendo un calcolo grossolano, ammettiamo che ne vengano spesi almeno 300 mila per gli anziani. Quindi si è disposti a spendere per i giovani almeno 150 mila euro?

È con politiche simili ed altro ancora che questa città potrà rinascere, non certo con il paventato sogno di una caserma da ristrutturare! 

Antonio Denanni

      

                                                                        
Sul web http://www.pineroloindialogo.it
Pure  http://www.pineroloindialogo.it/eventi
Su facebook  http://www.facebook.com/indialogo.apinerolo
Su facebook 
http://www.facebook.com/ondadurtopinerolo
La rivista da sfogliare: http://www.issuu.com/pineroloindialogo