Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 




Pinerolo Indialogo

Aprile 2017


Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 Vita internazionale


Intervista a Beatrice Alpo 
In Australia con un concorso

di Alessia Moroni 

Pinerolo Indialogo - Anno 8 - N.4 - Aprile 2017

Sulla scia delle esperienze scolastiche all’estero incontriamo Beatrice, che ci porta in Australia, dove è rimasta per tre mesi durante la scorsa estate. Beatrice ha alloggiato a Brisbane, in una famiglia locale ed ha frequentato la Centenary State High School, dove era considerata come tutti gli altri studenti australiani ed ha sostenuto anche gli esami. Giovanissima, Beatrice parte con già alcune esperienze all’estero. «Nell’estate dei primi due anni di liceo sono andata in vacanza studio a Londra e a Cork, per imparare l’inglese. Sono state vacanze bellissime, ma ho parlato poco la lingua, essendo partita con italiani. Spinta da mia mamma, ho partecipato ad un bando di concorso e ho vinto. La scelta di Brisbane è stata "a sentimento": ho visto delle foto e sono rimasta colpita». La città inoltre ha un clima molto mite, nonostante fosse inverno in Australia.

Beatrice racconta che ha avuto la possibilità di viaggiare parecchio, grazie ai suoi genitori ospitanti che le hanno dato l’opportunità di ammirare paesaggi mozzafiato tipici dell’Australia: «Mi hanno portata a Sydney con un volo in giornata e poi ho visitato la Gold Coast e la Sunshine Coast. Sono stata benissimo e presto i miei genitori ospitanti mi verranno anche a trovare in Italia».

Sicuramente il legame con la famiglia rimarrà indelebile, come quello con gli amici incontrati, australiani e internazionali. «Ho legato molto con una ragazza svedese, che spero di andare a trovare molto presto, ma anche con gli australiani. Con loro l’amicizia è nata verso la fine del soggiorno e mi è dispiaciuto molto dover andare via proprio quando stavamo legando di più!».

Questa esperienza, oltre a legami indissolubili, ha regalato a Beatrice un bagaglio culturale importantissimo: «Era la prima volta che mi muovevo da sola e fuori dall’Europa. Mi sono sentita cresciuta ed ora ho una visione più ampia. Per me esisteva solo il Liceo Classico, che non cambierei per nulla, ma ora so come vivono la scuola gli australiani, con un altro approccio e sicuramente lo prenderò in considerazione».

E l’inglese? «La mia più grande paura era quella di tornare e non essere migliorata. Ora invece parlo in maniera più sciolta e mi sono accorta che durante l’ultimo periodo in Australia è andata sempre meglio».

Tornata in Italia, Beatrice inizia il quarto anno del Liceo Classico e ci racconta che ancora non ha deciso che cosa farà dopo la maturità, ma «In linea di massima in futuro mi piacerebbe viaggiare. Quando si torna da un’esperienza del genere ci si sente di più una cittadina del mondo e viene subito voglia di visitare nuovi paesi».