Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 
 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 




Pinerolo Indialogo

Maggio 2017


Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

Tecnologia & Innovazioni 


Il bruco che mangia la plastica 

di Greta Gontero

Pinerolo Indialogo - Anno 8 - N.5 - Maggio 20017

La sua scoperta è avvenuta quasi per caso: la biologa italiana Federica Bertocchini (Istituto di Biomedicina e Biotecnologia della Cantabria) stava rimuovendo delle larve di tarma della cera da alcuni alveari e le aveva depositate su una busta di plastica durante il processo. Al termine, si è accorta di "sospettabili" buchi sul sacchetto e ha così deciso di programmare un esperimento, insieme a due colleghi appartenenti al dipartimento di Biochimica dell’Università di Cambridge, per valutare le ragioni di questo fenomeno apparentemente inspiegabile.

É stato così scoperto che la larva di tarma della cera (nota come Galleria Melonella) è in grado di mangiare e degradare in breve tempo il polietilene, una delle plastiche più diffuse al mondo e che più mettono a rischio il nostro pianeta.

L’esperimento ha infatti mostrato un centinaio di larve capaci di creare buchi in un sacchetto di plastica in poco tempo, riuscendo a ridurre di 92 milligrammi la massa della busta in sole 12 ore: un tempo davvero da record!

Possiamo allora dichiarare salvo il nostro ambiente dall’eccessiva quantità di plastica nelle acque e sulla terraferma? Si spera di si!