Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 
 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 




Pinerolo Indialogo

Maggio 2017


Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 Visibili & Invisibili

 

Diritti Umani 

Una casa aperta


a cura di Amnesty International -Gruppo Giovani di Pinerolo 

P
inerolo Indialogo - Anno 8 - N.5 - Maggio 2017 

 

Forse è un po’ come tornare a casa. Una casa itinerante, i cui membri sparsi durante tutto l’anno si danno appuntamento per riprendere un discorso mai interrotto. Forse è un po’ come ripartire, ogni aprile, con qualcosa in più nel proprio zaino. La tre giorni più uno, quello dedicato esclusivamente ai giovani, in cui gli attivisti italiani di Amnesty International esprimono il più alto senso di partecipazione ed appartenenza che un’associazione può dare: l’Assemblea Generale. Ospite d’eccezione, la città di Palermo. Sedere nella sala della plenaria, con una cartellina gialla tra le mani; alzare le palette e sentirsi parte essenziale della crescita del movimento; ascoltare, liberamente ed incondizionatamente, chi ha la sua storia di diritti umani da raccontare; confrontarsi con creatività, essere lì. E non stare con le mani in mano. Scendere le scale del Teatro Massimo con una coperta termica addosso, voler essere la voce di chi ha perso il diritto di parola, estendere per metri e metri il grido: Prima le Persone poi le Frontiere! Tutto questo realizza un desiderio di cambiamento che cerca le vie e le strade per farsi azione. Forse è un po’ come tornare a casa. E lasciare la porta aperta.

Noi del gruppo giovani di Pinerolo siamo stati tra i 300 attivisti che dal 22 al 25 Aprile hanno partecipato alla XXXII Assemblea Generale di Amnesty International. Ne siamo stati anche quest’anno orgogliosi: tra le parole del Sindaco Leoluca Orlando, il contributo della Sezione Marocchina di Amnesty International, la realizzazione di una strategia nazionale sull’attivismo giovanile, la mobilitazione per la campagna sul tema migranti "IWelcome", il rientro in diretta di Gabriele Del Grande, e tanti altri momenti ed incontri, anche quest’anno abbiamo alimentato la candela che inconfondibilmente rappresenta il nostro lavoro. E da qui, come sempre, si riparte.