Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 
 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



 

Pinerolo Indialogo

Sett-Ottobre 2017

Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 

 Buone News 

A Torino entro fine estate 20 nuove postazioni

Le bici gialle di [TO]Bike

di Francesca Olocco

Pinerolo Indialogo - Anno 8 - N.9/10 - Settembre-Ottobre 2017

Molto probabilmente conosciamo tutti [TO]Bike ma, per i pochi ancora estranei a questa nozione, si tratta di un servizio di bike sharing gestito da BicinCittà, attivo a Torino ormai dal 2010 e che a breve raggiungerà la quota di 185 stazioni di prestito per un totale di 1.100 biciclette. In effetti, per chiunque frequenti Torino è impossibile non notare un via vai di allegre bici gialle: il motivo, probabilmente, risiede nella capacità del servizio di implementarsi e migliorarsi con efficacia. Chiaramente è difficile non notare i classici problemi di manutenzione o la difficoltà nel trovare un "parcheggio" verso le ore di punta, ma gli abbonati, al momento, sono circa 27.500, e i numeri parlano da sé.

La buona notizia, che forse non tutti sanno, è che entro la fine dell’estate è prevista la nascita di 20 nuove postazioni di cui potranno usufruire gli abitanti delle zone periferiche della città che fino ad ora erano rimaste escluse dal servizio. Inoltre, verranno presentate le nuove bici "anti-vandalo" (finalmente, dato che sono attese da un anno) sulle quali i cittadini potranno pedalare con maggiore sicurezza.

Guardando l’altro lato della medaglia, l’abbonamento potrebbe salire dai 20 attuali a circa 30/35 euro l’anno. Non si tratterebbe di un problema secondo il direttore commerciale Gianluca Plin: "crediamo che i nostri utenti, con i loro 8-10mila prelievi al giorno che fanno del bike sharing torinese il più utilizzato in Italia, possano essere disponibili a pagare qualcosa in più, a fronte di un sensibile miglioramento del servizio".

In realtà c’è chi dice che il primato lo detenga la città di Milano, con le sue 4.900 biciclette (di cui 1.000 a pedalata assistita) per 230 stazioni gestite da ClearChannel, al costo di 36 euro all’anno. E non è nemmeno da sottovalutare la nuova iniziativa dal nome Mobike e la sua flotta di 8.000 bici (cui si aggiungerà, a settembre, Ofo con i suoi 4.000 mezzi). Si tratta di una nuova forma di bike sharing a flusso libero, per cui le bici verranno utilizzate come le classiche Cinquecento di Enjoy e le Smart di Car2go: si attiva il noleggio grazie ad una App sul cellulare e poi si abbandona la bici lungo il bordo della strada.

Al di là della riduttiva rivalità tra le due città, il dato importante resta la scelta da parte di un numero sempre crescente di cittadini di lasciare l’auto a casa, dimenticandosi finalmente di alcuni miti da sfatare sull’uso della bicicletta.