Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



 

Pinerolo Indialogo

Febbraio 2012

Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 

 Buone News 

Mobile school

Una scuola mobile per il villaggio di Wersage in Etiopia

di Gabriella Bruzzone

Pinerolo Indialogo - Anno 3 - N.2 - Febbraio 2012

  Ancora una volta il progetto è tutto italiano e, ancora una volta, ad essere coinvolti sono proprio i giovani.

È stato avviato in Veneto in questi giorni e proseguirà per alcuni mesi il progetto "Mobile-School" che interesserà gli allievi della formazione professionale dell’EnAIP (Ente nazionale Acli Istruzione Professionale) nella progettazione, ed in seguito costruzione, di una scuola mobile per il villaggio di Wersege, in Etiopia.

Si tratta dell’ennesima importante iniziativa sociale promossa da EnAIP Veneto insieme a ENAIP nazionale, EnAIP Friuli e Acli, con il patrocinio del Comune di Padova e del Comune di Trieste e la collaborazione dell’Ambasciata d’Italia e dell’Associazione italiana di Addis Abeba e di S.E. Project.

Fa inoltre parte del programma di "impresa formativa" che permette agli studenti di formarsi lavorando, sperimentando quindi in prima persona le dinamiche progettuali e realizzative del mondo del lavoro.

Il nuovo progetto nel quale i giovani studenti veneti si stanno cimentando prevede la costruzione di, appunto, una scuola mobile, facilmente smontabile e trasportabile, che potrà accogliere dai 24 ai 48 studenti. Avrà quindi anche una valenza sociale in quanto darà modo ai ragazzi etiopi, che diversamente non ne hanno la possibilità, di poter studiare.

Per ora i ragazzi veneti stanno lavorando affiancati da progettisti per delineare la progettazione tecnica. Poi passeranno alla realizzazione pratica di parti meccaniche ed elettriche, per interessarsi infine di tutto ciò che riguarda il versante logistico.

L’iniziativa è ambiziosa e lodevole, sia per lo scopo socio-economico che riguarderà l’Etiopa sia per l’opportunità data ai ragazzi italiani di cimentarsi con il mondo del lavoro, cosa di cui in Italia si sente fortemente il bisogno.