Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



 

Pinerolo Indialogo

Febbraio 2012

Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 

 Giovani @ Scuola 

I disegni del Liceo Artistico Buniva in mostra

La tua casa è sicura?

di Nadia Fenoglio

Pinerolo Indialogo - Anno 3 - N.2 Febbraio 2012

  La tua casa è sicura? Non bella, grande, confortevole: ma sicura, cioè tutelata dai pericoli che la possono danneggiare, e con essa chi la abita. Una domanda che sfugge a considerazioni superficiali, che esige spirito critico.

La tua casa è sicura? è il titolo della mostra sulla prevenzione degli incidenti domestici che si è tenuta dal 18 al 27 gennaio scorsi presso la sede del CUEA (il Consorzio per la Formazione Universitaria in Economia Aziendale) in Via Cesare Battisti, 6 a Pinerolo.

La mostra si inserisce, quindi, nell’ambito del progetto Scuola: casa della sicurezza, elaborato dallo stesso CUEA e finanziato dall’INAIL (Istituto Nazionale Infortuni sul Lavoro).

Obiettivo, quello di sensibilizzare la cittadinanza e, nello specifico, gli studenti rispetto alle precauzioni, agli accorgimenti quotidiani per la prevenzione dei pericoli domestici e, in caso di incidenti, sulle mosse di primo soccorso da compiere. Oggetto della mostra, le tavole e gli elaborati grafico-pittorici realizzati sul tema dagli allievi della 5 A della sezione di Pittura del Liceo artistico Michele Buniva di Pinerolo.

Dalle bozze preparatorie ai disegni rifiniti e colorati, esposti entrambi nella mostra, si evince il percorso creativo alla base del lavoro degli studenti. Il risultato finale del progetto si è potuto osservare nelle dodici pagine del calendario 2012 realizzato dai ragazzi del liceo artistico: in ciascun mese un incidente domestico è riportato attraverso i tratti di un particolare disegno, che ammonisce e istruisce su rischi e precauzioni.

Un argomento problematico spesso lasciato sotto traccia, quello degli infortuni sotto il tetto di casa. Un’emergenza di sensibilizzazione, di educazione al vivere sicuro che la scuola deve giustamente promuovere fin dalle prime esperienze di apprendimento dei bambini nella scuola elementare.

Sulla base delle informazioni raccolte dall’Istat, infatti, gli italiani coinvolti in incidenti domestici ammontano in media a circa quattro milioni l’anno, a fronte di circa un milione di infortuni sul lavoro e circa due milioni e mezzo di infortuni causati da incidenti stradali nel medesimo arco temporale. E dei quattro milioni circa di infortunati, ottomila di questi incidenti domestici sono tali da portare alla morte.

Il più delle volte si tratta di accorgimenti semplici, ma oculati, che sfuggono nella fretta di una vita affaccendata, ritenuti indebitamente superflui anche se, a sottovalutarne il prezzo, si paga con la vita.