Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



 

Pinerolo Indialogo

Marzo 2012

Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 

 Visibili&Invisibili 

 

Giovani Amnesty International Pinerolo

Non ci basta metà primavera!

di Federica Cantarella

Pinerolo Indialogo - Anno 3 - N.3 - Marzo 2012

 
Si avvicina l’8 marzo, il giorno che più di tutti è dedicato alla donna, e noi del Gruppo Giovani di Amnesty International vogliamo dedicare un articolo al suo coraggio e alla sua sfortuna. Dedichiamo questo 8 marzo alla tenacia delle donne del Nord Africa che, durante la Primavera Araba, hanno giocato un ruolo di primaria importanza, manifestando fianco a fianco con gli uomini e portando in piazza le loro richieste di emancipazione e giustizia. Ma se esse (e noi con loro!) avevano sperato in più libertà e meno fondamentalismo nei nuovi governi rispetto alle dittature precedenti, sono state deluse. Come è successo quasi sempre nella Storia, perfino nei momenti positivi la situazione della donna permane critica ed arretrata. Con la caduta dei regimi, infatti, le donne soprattutto in Egitto sono state invitate a tornare a casa e a lasciare la politica nelle mani degli uomini; coloro che sono state arrestate nelle successive manifestazioni sono state, tra le altre cose, vittime di un controllo forzato della verginità.

Noi vogliamo impegnarci affinchè venga rispettata ovunque nel mondo la dignità della donna, e partiremo proprio da qui, da queste promesse mancate: porteremo avanti azioni in Siria, per chiedere che i diritti delle donne siano rispettati; in Arabia Saudita, dove lanceremo una foto-petizione per mostrare la nostra solidarietà alle attiviste saudite e per chiedere di porre fine al divieto di guida per le donne; in Iran, dove chiederemo il rilascio di Nasrin Satoudeh, in prigione a causa del suo lavoro di avvocato. A noi non basta metà primavera!

Approfittiamo di questo spazio anche per farvi sapere che il 25 marzo si terrà a San Secondo l’Assemblea Circoscrizionale di Amnesty, ovvero si incontreranno tutti gli esponenti dei gruppi Amnesty del Piemonte e della Valle d’Aosta per partecipare a workshops e riunioni, per confrontarsi e decidere le varie iniziative di azione sul territorio.

Il gruppo Libera contro le mafie
Giornata della memoria delle vittime delle mafie
di Chiara Perrone
Pinerolo Indialogo - Anno 3 - N.3 - Marzo 2012

A partire dal 1996,ogni anno,il 21 marzo, si celebra la "Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie" organizzata dall’associazione Libera-nomi e numeri contro le mafie e da Avviso pubblico, regioni enti locali per la formazione contro le mafie.

Pertanto anche quest’anno ci si sta preparando a questo evento con il progetto "Cento passi verso il 21 marzo". Nonostante le polemiche che erano state sollevate due anni fa riguardo al fatto che il 21 marzo non era la data adatta, in quanto primo giorno di primavera, Libera continua a ricordare le oltre 900 vittime proprio in quella data, sia perchè è un giorno "neutro" sia per il fatto che essendo il primo

giorno di primavera sottolinea la speranza di una rinascita di un mondo libero dalle mafie. Quest’anno la giornata si terrà a Genova il 17 marzo e sarà particolarmente sentita in quanto ricorre il ventennale

della strage di Capaci. Per quanto riguarda la nostra provincia, il 21 marzo in Piazza Castello, a Torino, a partire dalle 18.30 verranno letti i nomi delle oltre 900 vittime e probabilmente, nella stessa data, a Pinerolo vi sarà un concerto del gruppo combat-folk "Radio Rebelde". Se dovesse mancare la speranza in un futuro migliore e libero dall’oscurità ricordiamo la frase che era solito pronunciare Giovanni Falcone a chi gli diceva che il suo lavoro era inutile, in quanto lottava contro un fenomeno troppo grande: " La mafia è un fenomeno umano, e come tutti i fenomeni umani ha avuto un inizio e avrà una fine".