Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



 

Pinerolo Indialogo

Giugno 2012

Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 

 Buone News 

Un sorriso in corsia

Vivere in positivo

di Gabriella Bruzzone

Pinerolo Indialogo - Anno 3 - N.6 - Giugno 2012

  Si sa, le vie della solidarietà sono molteplici. E le persone che scelgono di dedicare tempo ed energie agli altri sono sempre di più. Le associazioni di volontariato fioriscono e raccolgono intorno a sé un numero crescente di giovani e meno giovani che svolgono le attività più disparate, desiderosi di rendersi utili.

Tra queste, quella che più mi incuriosisce e (devo ammetterlo) mi attira, è la clownterapia.

Nata ufficialmente nel 1986 a New York per volontà di un clown professionista, Michael Christensen, e di Paul Binder, la "Clown Care Unit" da allora si impegna a portare il sorriso a migliaia di degenti ospedalieri.

Da allora i medici – e non solo – impegnati su questo fronte sono cresciuti esponenzialmente e hanno esportato i loro principi in tutto il mondo.

La più importante fondazione italiana a questo riguardo è la VIP, "Viviamo In Positivo", fondata a Torino nel 1997 da Maria Luisa Mirabella (Clown Aureola) e dal marito, Sergio Pinarello (Clown Spillo). Le visite ufficiali in ospedale sono iniziate poi solo nel 2000 ma in questi primi dodici anni di vita la VIP è arrivata a riunire 3000 volontari in tutta Italia e a fornire un servizio utile e concreto a migliaia di malati.

Ridere fa bene ed è attestato da studi scientifici condotti nel corso di anni. Anche se in realtà non ci serve la scienza per capire quanto la risata sia stimolante e benefica, tanto che anche Audrey Hepburn sosteneva che il miglior accessorio per una donna (ma anche per uomini, anziani e bambini) è il sorriso!

Ed è proprio questo che i volontari VIP fanno tutte le settimane nei nostri ospedali, case di risposo e centri per portatori di handicap: portare sorriso e gioia a chi ne è privato.

Il percorso del clown in corsia inizia con un corso di formazione che comprende insegnamenti igienico-sanitari, psicologici, oltre naturalmente a una specifica formazione per quanto riguarda le tecniche clown, quindi micromagia e giocoleria, comunicazione verbale e non verbale, metodi per raccontare e creare favole. Segue poi un periodo di tirocinio durante il quale i volontari vengono affiancati a colleghi più esperti per concretizzare le tecniche apprese durante le lezioni in aula.

I Nasi Rossi non si occupano però solo di animazione "in corsia" ma anche di organizzare missioni in giro per il mondo. Tra le ultime, quelle in Costa d’Avorio, Madagascar e Palestina.

Inoltre ogni anno i volontari di tutte le associazioni italiane scendono in piazza per promuovere la clownterapia e raccogliere fondi per i progetti della Federazione.

Anche Pinerolo vanta una corposa filiale della VIP e domenica 27 maggio ha curato una divertente e coinvolgente animazione in Piazza Facta, durata tutto il giorno. Numerosissimi i bambini, intrattenuti da spettacoli comici e giochi di magia, ma ancor più numerosi gli adulti interessati a prendere parte all’associazione.

Per maggiori informazioni, www.vipitalia.org