Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 


 

Pinerolo Indialogo      Ottobre 2011

Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 


 Giovani Val Pellice 

Sorpresi da "Untitled - Effetto sorpresa"

Spazio giovani tra il virtuale e il reale

di Marta Sappé Griot

Pinerolo Indialogo - Anno 2 - N.10 - Ottobre 2011

   Per i ragazzi della Val Pellice, la dispersione giovanile è un problema. I giovani si trasferiscono per studiare o per lavorare e ritornano solo da adulti, o da anziani, spinti da chissà quale necessità.

Nel corso degli ultimi due anni, il gruppo "Giovani in Azione" del Comune di Torre Pellice, composto da giovani tra i 16 ed i 20 anni provenienti da tutta la Valle, ha riflettuto e dibattuto su questo tema.

Nonostante per il Comune sia una ricchezza il fatto che un buon numero di abitanti abbia vissuto altrove per una fase della propria vita e che, per scelta, siano ritornati in Val Pellice, i ragazzi e le ragazze di "Giovani in Azione" non vogliono permettere che gli spazi destinati ai giovani siano sempre meno e sempre più isolati. Nasce così l’idea di aggregare i gruppi presenti nella zona e di creare un centro giovanile definito "virtuale", nella speranza che un giorno possa concretizzarsi in un centro "reale". L’obiettivo era quello di diventare un riferimento per coloro che volessero partecipare alla creazione del "centro": una volta presi i contatti con le varie realtà giovanili del territorio, siamo giunti alla conclusione che solo un importante evento avrebbe potuto dare il via al loro progetto.

È così che nasce "Untitled – Effetto sorpresa", che ha preso forma nei pomeriggi e nelle serate dell’08-09-10 settembre 2011, a Torre Pellice. I giardini di Piazza Mouston si sono rivelati lo scenario ideale per le esigenze di questa iniziativa, ospitando gli stand illustrativi dei gruppi che vi hanno aderito: il CASD (Coordinamento Attività Scoutistiche Distrettuali, della chiesa valdese), i Pionieri della Croce Rossa di Torre Pellice, ragazzi ed educatrici del CIAO (Centro Integrato Attività e Opportunità), Radio Beckwith evangelica, il gruppo giovanile di Amnesty International di Pinerolo e il presidio di Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie della Val Pellice. Non mancava lo stand di "Giovani in Azione", fondamentale perché si facesse conoscere il gruppo e il progetto, nonché una zona bar e un angolo gofri molto ricercati.

I pomeriggi sono stati dedicati ad attività e spazi di confronto: si è cominciato con un laboratorio teatrale a cura de I Fuori di Teatro, compagnia di ragazzi e ragazze del pinerolese, e si è proseguito con la presentazione del progetto di uno Skate Park a Torre Pellice, l’incontro con i Pionieri della Croce Rossa, un laboratorio di danza, capoeira e libera espressione a cura di Liberart e infine una chiacchierata con i gruppi di Amnesty e Libera. Le giornate proseguivano con cena insieme e concerti, a cura di giovani gruppi rigorosamente del territorio: Rise of Void, Athypic, Altre Brutte Sorprese, Alliance, Ghost of Destiny e Aut in Vertigo.

"Untitled" ha rappresentato una grande sfida per i ragazzi e le ragazze coinvolti: avere contatti con il Comune, con la Proloco, riuscire a finanziare l’evento grazie alla ricerca di sponsor e costruire una rete di tale portata occupandosi di tutti gli aspetti che questo comporta. Ma la grande partecipazione ed il successo ottenuti lasciano molta speranza ad una generazione che ha un grande bisogno di crearsi degli spazi e di esser lasciata libera di fare da sola. Perché in fondo ce la fa, e bene.