Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 




Dialogo tra generazioni
Home Page :: Indietro

 Eventi nel Pinerolese

 

Intervista ad E.Secondo, segretario del Vespaclub

 Audax vespistica di 1000 km

di Giulia Antonucci

Pinerolo Indialogo - Anno 2 - N.7 - Luglio 2011

  Un paio di settimane fa la carovana dell’Audax 1000 km è passata a Pinerolo per un controllo orario, un ristoro ed una pausa di 5 ore per riposare: davanti al Teatro Sociale in Piazza Vittorio Veneto a Pinerolo sono arrivati 198 piloti di oltre 50 clubs italiani ed esteri e quasi 30 modelli Vespa diversi, tra cui un 98 e tredici faro basso.

Parliamo di questo evento e della passione per questo motociclo con il segretario del VespaClub di Pinerolo, Enzo Secondo.

Come è nata la sua passione per la Vespa?
"Da giovane ero un motociclista e un anno regalai a mio figlio una Vespa. Andammo insieme ad un raduno e lì mi appassionai. Da quel momento ho incominciato a collezionarle."

A Pinerolo c’è un VespaClub, di cui lei è segretario: quante persone ne fanno parte e quale obiettivo si pongono?
I soci iscritti sono circa 220 con una piccola ma agguerrita squadra femminile: una quarantina di Pinerolo e gli altri provenienti da 60 comuni diversi: da Sestriere, dalle Valli Chisone, Germanasca e Pellice, giù fino a Venaria, Torino.
Siamo particolarmente orgogliosi di raccogliere consensi ed iscritti anche da fuori provincia (di Cuneo, Vercelli) e da fuori regione (Milano e Firenze) e addirittura dall’estero (Marsiglia). A proposito di uno degli iscritti di Milano, abbiamo avuto il consenso a svelarne l’identità: si tratta di Antonello Aguzzi, detto Jantoman, musicista, originario di Pinerolo, che suona nel notissimo gruppo "Elio e le Storie Tese".
Come finalità ci poniamo di promuovere la circolazione motociclistica urbana, favorire il turismo motociclistico, come passatempo e come sport, fornire supporto logistico ad associazioni sportive e di volontariato in occasione di manifestazioni pubbliche, svolgere manifestazioni, convegni, dibattiti, concerti, mostre, seminari per la diffusione dei propri valori culturali.
In modo autonomo e anche su richiesta di altri enti, "il VesPino" si impegna in iniziative sportive e di volontariato: "Babbo Natale in Vespa", la "Befana in Vespa", diverse edizioni di biciclettate a Pinerolo, staffette per gare ciclistiche, aste benefiche in occasione di cene sociali.

Qualche giorno fa è giunta a Pinerolo la tappa dei 1000 km. Che cosa ha significato dal punto di vista organizzativo?
Ha significato allestire una zona di prova cronometrata, ed assicurare da mangiare, bere ed un posto per dormire ai partecipanti del raduno.

Qual è lo scopo e il senso di questi raduni?
E’ una sorta di rievocazione storica, come le gare degli anni ‘50.
Inoltre si coglie l’occasione per viaggiare, che è una delle più belle emozioni che una Vespa possa regalare: i miei viaggi più belli sono quelli che ho fatto in Vespa!

Come ha reagito la città a questo evento?
Pinerolo ha reagito molto bene: l’arrivo in notturna delle Vespe ha suscitato un fascino retrò, per cui la gente si è incuriosita ed ha iniziato a chiedere informazioni circa la Vespa ed i raduni