Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



Pinerolo Indialogo

Aprile 2013


Dialogo tra generazioni
 
Home Page :: Indietro

 Osservatorio

L'associazionismo in città


La Mappa eco-solidale del Pinerolese
Le associazioni eco-ambientaliste cercano di mappare le realtà virtuose

 

Pinerolo Indialogo - Anno 4 - N.4 - Aprile 2013

Di cosa si tratta?
L’idea è realizzare una mappa fisica del Pinerolese eco–solidale, cioè una vera e propria carta geografica che riporti le realtà virtuose – associative e profit – presenti sul nostro territorio, indicando a margine i loro indirizzi e una breve descrizione della loro attività. Lo scopo è quello di offrire agli abitanti e ai visitatori del pinerolese la possibilità di conoscere meglio tali esperienze, favorendone in tal modo il sostegno economico attraverso scelte consapevoli da parte dei cittadini.

L’obiettivo generale
L’obiettivo generale del progetto è quello di avviare sinergie, reti e collaborazioni – anche ma non solo di tipo economico – tra i vari soggetti coinvolti in un processo di costruzione di relazioni, che può definirsi "dell’economia eco–solidale", un’economia cioè più attenta alle persone e meno orientata al mero profitto:

favorendo l’instaurarsi ed il diffondersi di relazioni sociali ed economiche fondate sulla cooperazione e la partecipazione in cui coinvolgere sempre nuovi soggetti;

promuovendo la legalità e contrastando lo sviluppo di economie criminali;

adoperandosi per un continuo miglioramento della propria realtà rispetto alle tematiche dell’ambiente, della legalità e della comunicazione trasparente.

Chi può rientrare nella mappa
Produttori, gas, soggetti della finanza etica, piccoli esercenti, artigiani, cooperative sociali, Bed&Breakfast, agriturismi, bar e ristoranti, librerie, cinema, teatri, associazioni e amministrazioni pubbliche in quanto istituzioni promotrici di sviluppo locale.

Come aderire
I partecipanti saranno coinvolti nella realizzazione della mappa che prevede un percorso comune ed un loro attivo coinvolgimento:

condivisione di alcuni momenti di formazione/informazione/condivisione dei principi dell’economia solidale in funzione della costruzione della mappa.

sottoscrizione di alcuni principi di base, per potersi riconoscere quali soggetti motivati a muoversi verso una prospettiva eco-solidale.

Informazioni
Per qualsiasi informazione scrivete a gaspinerolostranamore@gmail.com oppure telefonate ai seguenti numeri 3356752257 (Paolo) o 3384236721 (Alessandra),3331777030 (Daniele) oppure visitate i siti www.gaspinerolostranamore.it o www.pensierinpiazza.it o la pagina FB Aspe2012. - Il gruppo promotore Mappa

PROPOSTA DI PRINCIPI BASE PER L’ ADESIONE ALLA MAPPA ECO-SOLIDALE

1. Persone e relazioni
Mettere al centro degli scambi le persone e le relazioni, con rapporti fondati su reciprocità, cooperazione e fiducia, valorizzando le specificità di ciascuna realtà e coinvolgendo nuovi soggetti che possano arricchire la rete di economia eco-solidale.

2. Equità e trasparenza
Sviluppare processi di filiera corta, in cui il produttore e il consumatore si avvicinano, e in cui il prezzo finale sia sostenibile per tutti i soggetti della filiera. Promuovere legalità e giustizia attraverso l’onestà, anche al fine di contrastare lo sviluppo di economie criminali.

3. Benessere dei lavoratori
Sostenere il benessere dei lavoratori, tutelando i diritti umani, civili, sociali e sindacali di quanti partecipano al ciclo economico e partecipando a occasioni di formazione, tutelando le persone più fragili, sostenendo l’inclusione sociale.

4. Tutela dell’ambiente
Rispettare e tutelare l’ambiente, gli animali ed i tempi della natura, riducendo l’impatto ambientale del proprio stile di produzione e consumo. Valutare regolarmente l’ecosolidarietà del proprio sistema lavorativo adottando e divulgando la strategia rifiuti zero, la raccolta differenziata, pratiche di riuso e riciclo, utilizzando tecnologie a basso consumo energetico e fonti rinnovabili, impegnandosi nella ricerca continua di innovazione eco-sostenibile.

5.Comunicazione
Condividere e diffondere informazioni, conoscenze e pratiche relative alle tematiche di economia eco-solidale, come occasione e strumento per sviluppare relazioni sociali, politiche, comunicative ed economiche e per stimolare la cittadinanza a svolgere un ruolo attivo verso un’economia ed una società eco-solidale. Porre attenzione ai prodotti e alla loro storia e incoraggiare l’insegnamento dei mestieri, salvaguardando tradizioni e stimolando lo scambio tra culture.