Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



 

Pinerolo Indialogo

Maggio 2013

Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 

 Buone News 

Buone News

A Torino una miriade di iniziative culturali

a cura di Gabriella Bruzzone

Pinerolo Indialogo - Anno 4 - N.5 - Maggio 2013

  Cultura: parola dietro alla quale si celano idee, creatività, storia, svago. Parola ricca di arte, musica, letteratura. Una parola che significa tutto e niente, nel panorama contemporaneo.

Una parola però che Torino ha saputo arricchire di significati.

Che Torino sia ricca di storia, si sa. Che l’arte regni sovrana in ogni angolo, è risaputo. Che la musica e la letteratura si respirino addirittura nell’aria, è noto a tutti.

Ma la particolarità di Torino sta nell’essere riuscita a valorizzare il suo potenziale e ad arricchirlo, rendendolo accessibile attraverso una serie di iniziative culturali aperte a tutti.

Primo fra tutti, e sicuramente più conosciuto non solo a livello nazionale, è il Salone Internazionale del Libro, giunto quest’anno alla sua XXVI edizione. La rassegna aprirà giovedì 16 maggio, inaugurata da una lectio magistralis di Mario Draghi. Il Paese ospite sarà il Cile, la cui letteratura è molto apprezzata in Italia, forse per la facilità con cui i lettori italiani si identificano nella varietà di temi trattati. Stando poi sempre nell’ambito letterario, non si può non citare la Scuola Holden, diretta da Alessandro Baricco. Tra le maggiori scuole di scrittura in Italia, quest’anno cambia veste, propone nuovi corsi, una nuova sede e apre le iscrizioni a un numero maggiore di studenti.

Passando alla musica poi è d’obbligo ricordare il Torino Jazz Festival, conclusosi il primo maggio, ovviamente con un concerto. Festeggia in grande il suo secondo compleanno, con una stima finale di 130mila partecipanti. Per sei giorni, la città è stata allietata dalle note di musicisti internazionali che si sono esibiti in Piazza Castello e in Piazzale Valdo Fusi.

Per non parlare poi del Torino Film Festival, ottima occasione per vedere corto e lungometraggi, documentari e retrospettive di registi noti o emergenti. State tranquilli, c’è ancora tempo! Verrà infatti inaugurato il 22 novembre ma a ricordarvelo provvederanno gli inviti ammiccanti disseminati per la città.

Ultimo ma non meno importante è il contributo artistico di Torino. La rete museale è ottima: dagli Egizi al Risorgimento, dall’anatomia all’arte contemporanea, la città offre percorsi ampi e omogenei ad adulti e bambini. Inoltre, gli artisti sono tanti, l’Accademia Albertina è sicuramente tra le più quotate sul territorio e non mancano i moderni mecenati. Gallerie e Fondazioni infatti sono presenti attivamente sul territorio cittadino con mostre, laboratori artistici e programmi di formazione per artisti e curatori.

Torino è viva e offre infinite possibilità. Se solo ci fosse il tempo di vedere tutto!