Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



 

Pinerolo Indialogo

Giugno 2013

Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 

 Buone News 

Con l'idea perfetta

Come essere giovani e milionari

a cura di Gabriella Bruzzone

Pinerolo Indialogo - Anno 4 - N.6 - Giugno 2013

  Sono giovani, brillanti e creativi, hanno portato miglioramenti e novità in vari campi - dall’informatica alla comunicazione, dal settore alimentare a quello musicale - ma soprattutto non sono laureati, alcuni non hanno neanche raggiunto la maggiore età. Mark Zuckerberg è sicuramente il più famoso al momento, ma di giovani miliardari, come si dice, è pieno il mondo.

A guardare loro, creare un business non sembra poi così difficile: bastano l’idea giusta, una buona capacità comunicativa e una considerevole dose di fortuna.

Ecco qualche esempio.

Joshua Dziabiak a soli 18 anni ha venduto la sua prima società di domini internet (Mediatech) per un milione di dollari. Da buon imprenditore, ha investito parte del ricavato in altre società tra cui Showclix, sito che si occupa della vendita online di biglietti per concerti ed eventi di vario genere. In soli cinque anni la percentuale sui biglietti ha fruttato 9 milioni di dollari.

Da un’idea ingegnosa ed ecosostenibile, nasce Solben, azienda che realizza uno strumento in grado di estrarre olio dalle piante per generare biodiesel. Il creatore? Daniel Gómez Iñiguez. Vendette il primo esemplare per 150 mila dollari quando ancora era al liceo. Ora che ha terminato l’università dà lavoro a 15 persone.

Poi c’è Ian Purkayastha della Tartufi Unlimited: a 15 anni iniziò a importare e vendere tartufi a ristoranti e negozi. Con i primi incassi costruì una serra per la crescita dei tartufi e ora, dopo cinque anni, gli introiti sfiorano il milione di dollari.

Era il 2002 quando Fraser Doherty, un ragazzino scozzese di 14 anni, avviò il suo business di marmellate e confetture. In due anni lasciò la scuola e si impegnò a tempo pieno in quello che fino ad allora era stato un semplice hobby. Attualmente, la SuperJam, l’azienda da lui fondata, raggiunge guadagni annui superiori al milione di dollari.

C’è ancora la storia, più recente, di David Karp, 26 anni, Silicon Valley. È il fondatore di Tumblr, la piattaforma per i microblog, venduta in questi giorni a Yahoo! per ben 1 miliardo di dollari. David ha iniziato la sua carriera da programmatore a 11 anni e così, forse un po’ per caso come capita per tutte le idee migliori, ha dato vita a una delle piattaforme social più amate dai giovani.

Quindi, che siano marmellate o tartufi, che si tratti di blog o domini internet, rimbocchiamoci le maniche e cominciamo a cercare: l’idea perfetta potrebbe essere dietro l’angolo!