Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



Pinerolo Indialogo

Luglio 2013


Dialogo tra generazioni


Home Page :: Indietro
 Cose di casa nostra 

 

 


La lingua italiana e francese 

Premio di eloquenza in lingue a Nizza

Organizzato dai Lions, vi hanno partecipato anche due studenti del Liceo Porporato, Samantha Scarpa e Daniel La Grotteria

 

Pinerolo Indialogo - Anno 4 - N.7 -Luglio 2013

Si è svolta sabato scorso a Nizza la giornata di premiazione per gli studenti che hanno partecipato al Premio di eloquenza sia in lingua italiana che in lingua francese. Fra i partecipanti anche la vincitrice per il Premio di eloquenza in francese del Club Lions di Pinerolo, Samantha Scarpa, studentessa del liceo Porporato della stessa città che ha partecipato alla visita di Nizza insieme al suo compagno Daniel la Grotteria e il docente di francese Dominique Guillot. Gli altri studenti intervenuti erano tutti cuneesi a partire da Irene Sfondrini, del liceo Classico "Silvio Pellico", vincitrice del Premio stabilito dal Club per gli iscritti cuneesi alla competizione in lingua francese. Per il premio di eloquenza in lingua italiana sono intervenuti quattro studenti del liceo scientifico "Peano": Marco Buonafede, Sara Garelli, Cristiano Giraudi e Martina Pasero accompagnati dal coordinatore Prof. Michele Girardo, mentre per l’Istituto "E. de Amicis" di Cuneo era presente Karim Grasso. A completare la delegazione cuneese erano presenti il socio Lions Alberto Fariano, il pastpresident del club Lions di Cuneo, Massimo Cugnasco e Manuela Vico, presidente dell’Alliance française di Cuneo. La giornata si è svolta perfettamente come da programma con una visita al Parco Phoenix, ricco di vegetali e animali dove si è svolto il ricco catering, per continuare nel pomeriggio con la visita della cattedrale ortodossa. Al termine della visita il pope della cattedrale ha intrattenuto la delegazione cuneese illustrando le peculiarità dell’edificio e della fede ortodossa. Una giornata ricca di stimoli e curiosità che ha permesso di coronare felicemente questa edizione dei due premi di eloquenza.