Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



 

Pinerolo Indialogo

Novembre 2014

Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 


  Visibili & Invisibili


Il Gruppo Giovani Amnesty Pinerolo

La pace attraverso il diritto all'istruzione

di Amnesty Gruppo Giovani, Pinerolo

Pinerolo Indialogo - Anno 5 - N.11 - Novembre 2014

 Come ogni anno il mese di ottobre ha visto l’assegnazione del Premio Nobel per la Pace. Amnesty International ha accolto con gioia la vittoria di Kailash Satyarthi e della giovane Malala Yousafzai, impegnati nella lotta per i diritti di bambini e giovani. In particolare la dedizione con cui la diciassettenne Malala si è battuta a favore del diritto all’istruzione ha destato l’ammirazione di organizzazioni e attivisti di tutto il mondo.

Nata e cresciuta nel distretto dello Swat in Pakistan, Malala è divenuta famosa grazie al blog che scriveva sotto pseudonimo. Mentre il regime talebano avanzava nell’occupazione della regione, l’undicenne raccontava le conseguenze degli editti discriminatori che venivano emanati: alle bambine e alle ragazze era vietato andare a scuola, e Malala temeva il giorno in cui le avrebbero impedito di ricevere un’istruzione. Nel 2012, dopo che il suo nome fu reso noto, venne aggredita e gravemente ferita alla testa mentre saliva sullo scuolabus. L’attentato venne rivendicato dai talebani e la ragazza fu trasferita in Inghilterra, dove una volta guarita poté riprendere gli studi e la sua attività di sensibilizzazione. Nei numerosi discorsi che Malala ha tenuto da allora l’educazione figura sempre come diritto fondamentale, base per uno sviluppo pacifico di individui e nazioni.Amnesty International le ha conferito il Premio di Ambasciatore di Coscienza 2013, il maggior riconoscimento per chi, come lei, ha reso più forte la causa dei diritti umani.