Pinerolo Indialogo

MAGAZINE DI CULTURA E DI INFORMAZIONE LOCALE

 



Home page
Redazione
Contatti
Archivio
Album fotografico
Testate giornalistiche
Links utili
 
   

 


 



Pinerolo Indialogo

Novembre 2015


Dialogo tra generazioni

Home Page :: Indietro

 Cose dell'altro mondo 


 

Cose belle e brutte dal mondo

Amanti dell'hi-tech e dell'ubiquità

 

di Oscar Fornaro

 

Pinerolo Indialogo - Anno 6 - N.11 - Novembre 2015

Amanti dell’hi-tech che con astuzie all’avanguardia trovano il modo di acquisire l’ubiquità.

Nel negozio della Apple Store di Sidney, in Australia, per l’uscita del nuovo iPhone 6S, un robot ha preso parte alla coda chilometrica per aggiudicarsi il nuovo smartphone della casa Apple.

La proprietaria del robot, Lucy Kelly, è stata così una delle prime acquirenti del nuovo smartphone.

La ragazza ha collegato in remoto il suo iPad al robot e l’ha posizionato davanti al negozio per ventisette ore prima dell’apertura. Lucy ha affermato che "E’ la chiara dimostrazione del futuro, di quello che accadrà".

All’apertura dello store, Lucy tramite la videochiamata dal tablet ha acquistato il suo nuovo telefonino. L’idea, nata dalla necessità di possedere il dono dell’ubiquità, ha deciso di essere in due posti contemporaneamente anche se in uno in modo "virtuale"; nello stesso momento che il robot era a fare la coda davanti allo store, lei era al lavoro.

Lucy ha preso in prestito uno dei robot che produce la società per cui lavora e l’ha posizionato davanti allo store.

Effettuato l’acquisto, ha guidato il robot attraverso la città fino al suo ufficio.

 

 

La Giornata internazionale contro la povertà

Il 17 ottobre è stata la giornata internazionale contro la povertà, istituita dalle Nazioni Unite nel 1993.

La data prende il suo significato da una manifestazione partita il 17 ottobre 1987 in piazza Trocadero a Parigi, dove centomila persone manifestarono contro la povertà. Una piaga che ancora oggi è difficile da curare. Le Nazioni Unite si erano imposte di dimezzare tra il 1990 e il 2015 le persone che vivono con meno di 1 dollaro al giorno. Purtroppo l’obiettivo è fallito poiché sono diminuiti solo di 1 miliardo i poveri, dai tre miliardi che erano in tutto il mondo. Il problema esiste e persiste.

Secondo uno studio condotto dal World Bank, nel 2011 il tasso di povertà mondiale era pari all’11%. Tuttavia anche a causa della recente crisi economica, la gestione della povertà è diventata una realtà anche per i paesi sviluppati dove fino a qualche anno fa il benessere economico sembrava una conquista intoccabile.

L’Europa si trova a fronteggiare un aumento di persone che versano in stato di povertà. È l’era dei poveri 2.0, dove le persone pur lavorando, non riescono ad arrivare a fine mese. È l’era dell’elevato tasso di di-soccupazione giovanile (42% in Italia).

Le Nazioni Unite hanno chiesto di trattare que-sto tema a tutti i Parlamentari nel giorno della commemorazione. Hanno così analizzato i dati più recenti e le possibili soluzioni da adottare.

La giornata è stata fondamentale per il rilancio dell’impegno per la difesa dei diritti sociali e della dignità delle persone.